Un kalashnikov (foto d'archivio)
Un kalashnikov (foto d'archivio)

Napoli, 7 maggio 2021 – Sei kalashnikov, dieci pistole, cinque pistole mitragliatrici, una bomba carta, munizioni e due giubbotti anti-proiettile. È questo l’arsenale dei clan della camorra che i carabinieri del Nucleo investigativo e della Compagnia di Napoli-Bagnoli hanno scoperto e sequestrato all’interno di un negozio di ortofrutta di via Miseno, alla periferia Ovest del capoluogo campano.

Trovati anche 13 chili di droga

Nel corso della perquisizione, sempre nel negozio, sono stati rinvenuti anche 13 chili di sostanze stupefacenti tra hashish e marijuana. I militari hanno quindi arrestato un 41enne, titolare dell’attività ortofrutticola, e un suo parente di 74 anni che si trovava nell’esercizio commerciale al momento del blitz. Entrambi sono residenti in zona e incensurati.

Rilievi balistici sulle armi

Nel frattempo, continuano i rilievi tecnici degli inquirenti, che inoltre sottoporranno le armi a dei rilievi balistici per stabilire se siano quelle utilizzate in fatti di sangue o altri episodi criminali avvenuti nei quartieri dell’area occidentale della città nelle ultime settimane. Come, ad esempio, un recente omicidio commesso a Fuorigrotta o diversi raid con colpi di pistola contro case e locali.