quotidiano nazionale
2 mag 2021
2 mag 2021

Napoli, ragazza aggredita telefona alla mamma, che lancia l'allarme: arrestato 24enne

La donna sentendo le urla ha subito chiamato la polizia. Gli agenti delle volanti hanno rintracciato l’aggressore, che stava ancora strattonando la 18enne

2 mag 2021
La pattuglia della Polizia di Stato che ha scortato l'auto che aveva a bordo le prime 620 dosi di vaccino destinate agli ospedali della Toscana, 27 dicembre 2020 . Le dosi sono arrivate all�alba all�ospedale fiorentino di Careggi  e da l� sono partite per raggiungere 11 presidi ospedalieri della regione e una RSA, la Montedomini di Firenze.ANSA/UFFICIO STAMPA POLIZIA
Polizia
La pattuglia della Polizia di Stato che ha scortato l'auto che aveva a bordo le prime 620 dosi di vaccino destinate agli ospedali della Toscana, 27 dicembre 2020 . Le dosi sono arrivate all�alba all�ospedale fiorentino di Careggi  e da l� sono partite per raggiungere 11 presidi ospedalieri della regione e una RSA, la Montedomini di Firenze.ANSA/UFFICIO STAMPA POLIZIA
Polizia

Napoli, 2 maggio 2021 - Una ragazza di 18 anni è stata vittima di abusi sessuali. Il fatto è accaduto la scorsa notte a Portici , Napoli . A lanciare l’allarme allertando le forze dell’ordine è stata la mamma della giovane che, mentre era al telefono con lei, è stata spaventata dalle urla della figlia. Quando la chiamata si è interrotta la donna si è subito rivolta al Commissariato locale per denunciare il fatto che la figlia potesse essere in pericolo. Gli elementi da lei forniti ai poliziotti hanno permesso di rintracciare la vittima.

L’aggressore è stato condotto in carcere

Quando gli agenti delle Volanti hanno trovato la ragazza a poca distanza c'era l'uomo, un 24enne, che ancora la strattonava. Sulla base dei fatti il 24enne, che aveva dei precedenti, è stato arrestato dai poliziotti, con il supporto della Quarta Sezione della Squadra Mobile.

L’aggressore è stato poi condotto al carcere di Poggioreale con l'accusa di violenza sessuale. Dell'episodio è stato informato il pm della Procura della Repubblica di Napoli, sezione Fasce Deboli. Ascoltata dagli investigatori, la 18enne ha detto che non aveva mai visto prima l'uomo che l'aveva aggredita.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?