Capri, il minibus di linea precipitato a Marina Grande
Capri, il minibus di linea precipitato a Marina Grande

Napoli, 9 agosto 2021 - É partita questa mattina a Capri la complessa operazione di recupero del minibus precipitato a Marina Grande, nei pressi del lido "Le Ondine" lo scorso 22 luglio. Sull'isola Azzurra sono sbarcati i vigili del fuoco con automezzi e diverse attrezzature. L'incidente causò la morte dell'autista del mezzo, il 33enne Emanuele Melillo e 23 feriti.

Nel pomeriggio sono entrate nel vivo le operazioni. I vigili del fuoco stanno operando con l'ausilio di mezzi e tecnici giunti da Napoli: a coordinare il lavoro il comandante provinciale Giovanni Russo, ma sul posto ci sono anche il sindaco di Capri Marino Lembo e le forze dell'ordine di stanza sull'isola, oltre ai vigili del fuoco della locale stazione diretti da Vincenzo Medugno. C'è in funzione anche una gru speciale, ed è pronto un automezzo per trasportare sulla terraferma i resti del minibus, dal cui esame tecnico si attendono elementi utili per l'inchiesta sulle cause dell'incidente.

Si sono svolti il 3 agosto 2021 a Napoli, nella Basilica di San Lorenzo Maggiore i funerali di Emanuele Melillo: presenti anche il sindaco di Capri e i colleghi dell’Atc, l’azienda del trasporto pubblico di Capri per la quale lavorava. La Procura di Napoli ha aperto una inchiesta sull'incidente.