Ricerca di case
Ricerca di case

Napoli, 10 agosto 2021 – L'esodo estivo svuota le città, ma a ricerca della casa ideale non si ferma. Nelle città le zone più gettonate rimangono quelle del centro, con più servizi. Napoli e Roma sono nella rosa delle cinque città più richieste sul mercato immobiliare, con quotazioni agli estremi. Mentre Napoli è la più conveniente, dove si spendono in media 2mila euro al metro quadro per abitare nel vivace e pulsante cuore della città, Roma si attesta intorno ai ì 7mila euro, battuta dalla capolista delle “top 5”: per acquistare casa a Milano, servono mediamente oltre 9mila euro al metro quadro. Decisamente più economiche sono Firenze, Bologna e Torino, dove l'esborso si attesta tra i 3.500 euro e i 4.500 euro al metro quadro.

Secondo l'ultima analisi di Immobiliare Insights, ramo business di Immobiliare.it specializzata in studi di mercato, gli utenti che vogliono acquistare un immobile nelle metropoli italiane non abbandonano il sogno di vivere nei centri storici, che compaiono sempre nella classifica delle prime cinque zone più cercate.

Napoli: vince il centro storico, tiene il lungomare

A Napoli, il quartiere residenziale del Vomero-Arenella continua ad essere il preferito dai napoletani, con una percentuale delle ricerche che sfiora il 16%. A seguire la zona del Centro, preferita dal 13,1% degli acquirenti, per poi passare sul lungomare con l'area che comprende Chiaia e Mergellina con l'11,6% delle richieste. Sempre molto apprezzate anche le zone di Posillipo-Marechiaro (8,5%) e Materdei-Museo (7,9%).

Nella classifica delle zone più cercate della città partenopea, i prezzi al metro quadro oscillano dai poco più di 2mila euro che servono per acquistare casa nel Centro storico, ai quasi 5mila euro di Posillipo-Marechiaro.

Roma: la zona Nord è più esclusiva, San Giovanni la più economica

Considerando le prime cinque posizioni della classifica, le percentuali delle ricerche nella Città Eterna sono distribuite in maniera abbastanza omogenea tra il Centro Storico e le zone più esclusive di Roma Nord: sopra il 4% si trovano, infatti, Parioli-Flaminio a pari merito con il Centro Storico, appunto (4,4%), Salario-Trieste (4,4%) e il quartiere Prati-Borgo-Mazzini-Delle Vittorie (4,1%). Per quanto riguarda Roma Sud, la zona più cercata è” Re di Roma-San Giovanni”, che raccoglie poco meno del 4% di tutte le ricerche nella Capitale (3,6%).

Roma Sud rimane, in generale, la più economica: se infatti servono poco meno di 4mila euro al metro quadro per acquistare casa a “Re di Roma-San Giovanni”, i quartieri situati a Roma Nord si avvicinano – e in qualche caso superano – i 5mila euro. Serve spendere più di 7mila euro al metro quadro, invece, per abitare nel centro storico.

Il panorama generale

"In Italia – spiega Carlo Giordano, amministratore delegato di Immobiliare.it – oltre il 50% del patrimonio immobiliare è stato costruito fra gli anni '60 e '70. Nei centri storici l'età media delle case aumenta notevolmente, superando spesso anche i 100 anni Di recente abbiamo osservato una polarizzazione del desiderio di chi vuole compare casa: o si sognano immobili di nuova costruzione, oppure si cercano quelli più datati da riqualificare. E la continua crescita del valore dei centri storici sembra proprio indicare questa seconda tendenza. Così, che sia per curiosità, per sognare o perché si spera di trovare effettivamente un'occasione d'investimento, nelle ricerche sul nostro portale la zona del centro nelle grandi città non viene quasi mai esclusa a priori".

Campania: le case vacanza tra le più richieste, scendono le richieste degli stranieri

Nella seconda parte del 202,0 le quotazioni immobiliari delle località della Campania hanno registrato una contrazione dello 0,4%. Le località della provincia di Napoli hanno messo a segno un ribasso dei valori dell'1,0%, mentre quelle della provincia di Salerno dello 0,3%. Bene il mercato immobiliare di Ischia, i cui valori sono stabili.

La domanda di casa vacanza è dinamica, il budget in leggera contrazione così come l'offerta: vende solo chi ha necessità. Le richieste si orientano su immobili da 70-80 mq, possibilmente con spazi esterni e sui cui investire da 250 a 300mila euro. In forte contrazione, a causa della pandemia, la ricerca da parte di stranieri, alcuni dei quali optano per l'affitto.

Piacciono i borghi con le tipiche case dei pescatori che toccano valori di 5-6mila euro al mq. A Ischia Porto piacciono corso Vittoria Colonna e via Roma, mentre a Forio di Ischia piace corso Francesco Regine nei cui vicoli si possono acquistare appartamenti di piccolo taglio, dal valore compreso tra 1.800 e 2.400 euro al mq. C'è attesa per la riqualificazione della Riva Destra che sarà collegata con la spiaggia di San Pietro. In aumento la domanda di alberghi daparte di professionisti del settore che vogliono approfittare per espandere il business.

Sul mercato immobiliare di Agropoli, in provincia di Salerno, si registra un leggero aumento dei prezzi dovuto al fatto che in tanti cercano la casa vacanza, a partire dal primo lockdown. Il trend non si è fermato e ha portato anche ad un interesse per le zone più periferiche della città dove i prezzi sono decisamente più contenuti. È in crescita la domanda di abitazioni con due camere, bagno e giardino così come quella delle soluzioni indipendenti (ville singole) acquistate sia come casa vacanza sia come prima casa. Sempre ottimo riscontro per il lungomare San Marco, apprezzato per la vicinanza al mare. Il prezzo oscilla da 1.800 e 2.200 euro al mq, con punte massime di 3mila euro al mq per le abitazioni fronte mare ristrutturate. Nelle periferie, i prezzi vanno da 800 a 1.200 euro al mq, con punte di 1500 euro al mq nella zona della collina di San Marco. Continua l'apprezzamento per la periferia di Mattine che ha subito un processo di riqualificazione negli ultimi anni e dove attualmente si vende a 1500 euro al mq.