Mercoledì 17 Luglio 2024

Melito, dimissioni in massa: sciolto il consiglio comunale

Nominato il commissario prefettizio Francesco Antonio Cappetta. In carcere per un presunto voto di scambio il sindaco Luciano Mottola ed esponenti del consiglio

Arrestato il sindaco di Melito Luciano Mottola, sciolto il consiglio comunale

Arrestato il sindaco di Melito Luciano Mottola, sciolto il consiglio comunale

Napoli, 23 aprile 2023 - Consiglio comunale sciolto. Dopo la bufera degli arresti dei giorni scorsi si sono dimessi in massa 14 consigliere comunali su 24 assegnati al Comune di Melito.

Nominato il commissario

Il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, ha quindi sospeso il Consiglio comunale e nominato commissario prefettizio il prefetto Francesco Antonio Cappetta, incaricandolo della provvisoria gestione dell'ente e avviando, nel contempo, la procedura di scioglimento dell'organo consiliare.

L'arresto del sindaco

Il Comune di Melito è stato scosso cinque giorni fa da un vero e proprio terremoto giudiziario: il sindaco di Melito Luciano Mottola è stato arrestato nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Napoli su presunti casi di scambio elettorale politico mafioso. Mottola 38 anni, eletto nel 2021 con il sostegno di una coalizione formata da Fratelli d'Italia e altre 9 liste civiche. In carcere anche Rocco Marrone, 37enne presidente del Consiglio comunale, eletto con la lista "Melito più", la più votata tra quelle a sostegno della candidatura a sindaco di Mottola alle amministrative del 2021. L'ordinanza dispone inoltre la custodia cautelare in carcere anche per Antonio Cuozzo, 25 anni, consigliere comunale di Fratelli d'Italia, e gli arresti domiciliari per Massimiliano Grande, 50 anni, consigliere comunale di opposizione e capogruppo di "Davvero Ecologia e diritti".