Mario Cerciello Rega, una foto tratta dal profilo Facebook (foto Ansa)
Mario Cerciello Rega, una foto tratta dal profilo Facebook (foto Ansa)

Napoli, 6 maggio 2021 – Somma Vesuviana, il paese del Napoletano di cui era originario Mario Cerciello Rega, intitolerà una scuola alla memoria del vicebrigadiere dei carabinieri accoltellato a morte a Roma il 26 luglio 2019. Lo ha annunciato il sindaco del comune vesuviano, Salvatore di Sarno, l’indomani della sentenza con cui la prima Corte d’Assise di Roma ha condannato all’ergastolo due giovani americani per l’omicidio.

Il sindaco: “Sempre stati vicini alla famiglia”

“Grazie alla magistratura che ha fatto un gran lavoro in tempi rapidi, garantendo la giustizia con la condanna degli assassini di Mario – ha dichiarato il primo cittadino –. Ho già provato a mettermi in contatto con la moglie Rosa Maria. Con Mario ci conoscevamo dal periodo dell'infanzia ed era una persona onesta. A dicembre 2019 piantammo un melograno proprio dinanzi alla bandiera dell'Italia”.

Di Sarno ha poi aggiunto: “Siamo stati sempre vicini alla famiglia, alla moglie. L'ultimo ricordo di Mario è quando venne da me per la promessa di matrimonio, un momento intenso che Mario volle condividere. Vorrei ricordare i tanti carabinieri, magistrati, esponenti dello Stato e delle forze dell'ordine che hanno dato la vita per la legalità o che rischiano ogni giorno la propria vita. Dedicare una scuola a Mario significherà dedicarla a tutti loro”.

Meloni (FdI): “Gli assassini scontino la pena fino in fondo”

In mattinata molti esponenti politici hanno commentato la sentenza del Tribunale di Roma, ricordando l’impegno di Cerciello Rega come servitore dello Stato. Tra questi anche Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia.

"Colpiscono al cuore le parole commosse di Rosa Maria, compagna del vice brigadiere Cerciello Rega, dopo la condanna all'ergastolo dei due americani per l'omicidio di Mario. Speriamo che gli assassini ora scontino la loro pena fino all'ultimo giorno, senza alcuno sconto. Giustizia per Mario", ha scritto Meloni su Facebook.

Salvini: “Onore e giustizia per Cerciello Rega”

“Onore e giustizia per Mario Cerciello Rega – ha commentato su Twitter il leader della Lega, Matteo Salvini –. Un abbraccio alla signora Rosa Maria” Esilio, vedova del vicebrigadiere ucciso. “Oggi prima pietra per una giustizia nuova, dimostrata la sua integrità nonostante da morto abbia dovuto subire tante insinuazioni”.