quotidiano nazionale
15 feb 2022

Napoli, Manfredi firma l’ordinanza, stretta sulla movida: “Necessaria contro l’anarchia”

Nel fine settimana locali chiusi alle 2 di notte in cinque aree: Chiaia-Posillipo, Bagnoli, Vomero, Centro storico e Ferrovia. Dal 17 febbraio

15 feb 2022
Il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi
Il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi
Il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi
Il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi

Napoli, 15 febbraio 2022 - "L'ordinanza urgente per regolamentare la movida nelle zone a maggiore aggregazione giovanile si è resa necessaria per porre rimedio allo stato di totale anarchia nel quale la città è stata ridotta in questi anni". Così il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, commentando la nuova ordinanza sulla movida che entrerà in vigore dal prossimo giovedì 17.

"La strada migliore per non scontentare nessuno sarebbe stata non adottarla. Questa Amministrazione, invece, sin dal suo insediamento ha affrontato il tema in tutte le sue sfaccettature: gli assessori al Commercio Teresa Armato e alla Sicurezza Antonio De Iesu hanno incontrato i rappresentati delle categorie e i comitati di residenti; terminata la fase di ascolto, in coordinamento con la Prefettura sempre sensibile alla questione e sulla base dei report delle forze dell'ordine sui vari episodi da cui si desumono i pericoli per la sicurezza pubblica, sono state valutate le misure da applicare per un lasso di tempo limitato - quattro mesi a partire dal 17 febbraio - in attesa che sia il Consiglio comunale nella sua interezza, ovvero l'organo chiamato a disciplinare le regole per gli esercizi pubblici, ad intervenire definitivamente”.

Approfondisci:

Green pass "abolito dal 31 marzo". Il caos delle dichiarazioni, gli esperti divisi

“Il nostro obiettivo - ha aggiunto il primo cittadino - non è punire i proprietari dei locali oppure impedire ai giovani di divertirsi, ma provare a contemperare le esigenze di tutti tutelando i diritti di ciascuno. Allo stesso tempo, stiamo lavorando insieme alle altre Istituzioni a realizzare forme di recupero dei nostri giovani troppo spesso vittime dell'abuso di alcool oppure estromessi dal sistema scolastico. Infine, la programmazione turistico-culturale della città prevederà un'adeguata offerta artistica in grado di far vivere il divertimento notturno nel rispetto del decoro e della quiete", ha concluso Manfredi.

Approfondisci:

Covid Campania, oggi 15 febbraio. De Luca: "Mascherine all'aperto, obbligo ancora valido"

Approfondisci:

Covid Campania, De Luca firma l’ordinanza: mascherine ancora obbligatorie all’aperto

L’ordinanza dal 17 febbraio

Nell'ordinanza si individuano 5 aree della città "dove sono state riscontrate peculiari criticità legate a fenomeni di aggregazione, incidenti sulla vivibilità e sulla quiete pubblica": Chiaia-Posillipo, Bagnoli, Vomero, Centro storico e Ferrovia.

In queste aree, con decorrenza da giovedì 17 febbraio, si dispone la chiusura all'1 dalla domenica al giovedì e alle ore 2 il venerdì e il sabato per "gli esercizi in sede fissa e mobile di somministrazione di alimenti e bevande, di vicinato alimentare nonché di produzione artigianale di alimenti e dei chioschi alimentari su area pubblica cittadina, esclusi ristoranti e pizzerie relativamente al servizio ai tavoli".

Stop alla vendita di bevande alcoliche dalle ore 24

L'ordinanza stabilisce inoltre che "gli esercizi di vicinato di piccola, media e grande distribuzione non possono vendere bevande alcoliche da asporto dalle ore 24" ed è fatto "divieto dalle ore 24 a ogni esercizio pubblico o commerciale, anche in possesso di nulla osta acustico, di emettere musica e suoni all'esterno dei locali". Infine si fa divieto "a chiunque di utilizzare su strada amplificatori o percussioni a partire dalle ore 23". Per i trasgressori sono previste multe da 25 a 500 euro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?