Maltempo Campania, neve a bassa quota
Maltempo Campania, neve a bassa quota

Napoli, 11 dicembre 2021 - Ancora maltempo in Campania. L'allerta meteo, livello giallo, che scadeva alle 16 di oggi pomeriggio 11 dicembre, è stata infatti prorogata fino alle 10 di domani mattina, domenica 12 dicembre. Anche se l'intensità dei temporali andrà via via riducendosi, spiega la Protezione civile della Regione Campania, l'allerta è stata prorogata "soprattutto per il possibile innesco di frane e caduta massi anche in assenza di precipitazioni, per la saturazione dei suoli".

Nevicate a bassa quota

La Protezione civile regionale ricorda che il codice colore, in questo caso giallo, non è associato alle precipitazioni, bensì al rischio che possano manifestarsi fenomeni di dissesto idrogeologico (oltre alle frane saranno ancora possibili allagamenti, esondazioni, dissesti). Con il calo delle temperature si prevedono nevicate soprattutto nelle zone interne, già ai 600 metri di altezza, mentre proseguiranno anche piogge, anche a carattere di rovescio. La Protezione Civile raccomanda agli enti competenti "di porre in essere tutte le misure atte a mitigare e contrastare i fenomeni attesi sia in ordine al rischio idraulico e idrogeologico che al rischio neve anche in linea con i rispettivi Piani comunali" e agli automobilisti "di mettersi in viaggio solo se dotati di pneumatici da neve". Prosegue intanto il supporto ai Comuni interessati dal maltempo dei giorni scorsi da parte della Sala operativa regionale.

Collegamenti difficili con Ischia e Procida: cancellati mezzi veloci

La bufera di vento che ha soffiato stanotte 10 dicembre nel Golfo di Napoli ha ingrossato il mare al punto da rendere molto difficoltosi i collegamenti marittimi per Ischia e Procida. Sono state cancellate infatti tutte le corse dei mezzi veloci in partenza o arrivo per le due isole da Molo Beverello come pure diversi collegamenti dei traghetti, per Porta di Massa o Pozzuoli. Al momento le due isole sono raggiungibili solo con collegamenti dal porto di Pozzuoli e considerato che le condizioni del mare sono previste in peggioramento per il resto della giornata sono prevedibili ulteriori cancellazioni di corse e grosse difficoltà per i viaggiatori.

Anche Capri è ancora semi isolata con collegamenti a singhiozzo. La scorsa notte vento e pioggia hanno investito l'isola facendo arrivare il vento ad oltre forza 4 e la furia del mare a forza 6 con onde che hanno superato i quattro metri. Il vento e il mare hanno provocato seri danni alle strutture portuali di Marina Grande e durante la notte i marinai e la Guardia Costiera hanno fatto rinforzare gli ormeggi agli scafi fermi in banchina. Questa mattina 11 dicembre  il tempo è andato man mano calmandosi ed è potuto ripartire per Napoli il Fauno, la nave lenta della Caremar; se le condizioni meteorologiche andranno ancor più migliorando si prevede l'arrivo da Napoli della motonave veloce Caremar e nel tardo pomeriggio il rientro della nave lenta da Napoli.