La terrazza ceduta il 5 dicembre a Posillipo a causa del dissesto idrogeologico
La terrazza ceduta il 5 dicembre a Posillipo a causa del dissesto idrogeologico

Maltempo, 10 dicembre 2021 - Il matempo si riaffaccia sulla Campania: nuova allerta gialla.
La Protezione civile della Regione Campania ha prorogato l'avviso di allerta meteo per piogge e temporali con livello di criticità idrogeologica di colore giallo fino alle ore 16 di domani, sabato 11 dicembre, su tutta la regione. 
Maltempo Napoli, cede terrapieno e crolla terrazzo a Posillipo: un boato e la paura

Si prevedono ancora temporali, anche intensi, venti temporaneamente forti dai quadranti occidentali soprattutto tra stasera e domani mattina con locali raffiche e mare agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte. 
Maltempo Campania, allerta gialla prorogata: Coldiretti: "6 bombe d'acqua al giorno"

La Protezione civile della Campania raccomanda alle autorità competenti di "porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti, con particolare riferimento al rischio idrogeologico che potrebbe dar luogo, tra l'altro, a frane e caduta massi anche in assenza di precipitazioni.  Attenzione va posta anche alla corretta tenuta del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti: sono possibili la caduta di rami o alberi e danni alle coperture o strutture provvisorie. Si raccomanda altresì di prestare la massima attenzione ai successivi avvisi della protezione civile".

Maltempo Campania, proroga allerta arancione: cede strada, evacuate 40 famiglie a Napoli


Dal punto di vista del rischio idrogeologico sono segnalati fenomeni di impatto al suolo come allagamenti, inondazioni, frane e caduta massi. 
 

Effetto saturazione dei suoli

Considerate le copiose precipitazioni dei giorni scorsi e i nuovi temporali attesi la Protezione civile regionale raccomanda di prestare la massima attenzione ai rischi idrogeologici per effetto della saturazione dei suoli, di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi e di predisporre il controllo della corretta tenuta del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso.