13 mar 2022

Napoli mala movida: giravano in moto armati, con la targa coperta da mascherina anti Covid

A Pomigliano D'Arco, un 19enne è finito in manette per porto abusivo di arma da fuoco, in tasca una pistola calibro 22 

Carabinieri
Carabinieri

Napoli, 13 marzo 2022  - L'obbligo di mascherina all'aperto usato per occultare la targa della moto mentre girano armati tra i giovani della movida. È quanto accaduto a Pomigliano d'Arco (Napoli), dove nella tarda serata di ieri 12 marzo gli uomini della polizia locale, al comando del maggiore Luigi Maiello, hanno fermato due persone a bordo di una moto Honda sh, mentre girovagavano tra i giovanissimi della movida del sabato sera, e hanno scoperto che uno dei due girava armato di un revolver scarico. 

A finire in manette, per porto abusivo di arma da fuoco, è stato un diciannovenne di Acerra, che nel corso dei controlli è stato trovato in possesso della pistola, calibro 22, risultata poi di proprietà di un 83enne del Frusinate.

I due, che giravano in moto senza casco e con la targa coperta da una mascherina chirurgica, erano stati notati dagli agenti e bloccati durante i controlli della movida: gli operatori della polizia locale hanno poi provveduto alla perquisizione personale allarmati dal continuo movimento del giovane che portava le mani alla schiena, dove aveva nascosto la pistola.

Il giovane è stato arrestato, per lui disposti gli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo. Denuncia in stato di libertà, invece, per il conducente della moto, posta sotto sequestro. 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?