La manifestazione dei disoccupati a Napoli
La manifestazione dei disoccupati a Napoli

Napoli, 22 dicembre 2021 - Lavoro, salario minimo, blocco degli sfratti, tamponi gratis, sicurezza sul lavoro e sanità garantita a tutti. Queste alcune delle richieste scritte su pacchi natalizi che i disoccupati hanno portato in piazza a Napoli criticando il Governo per “le inadeguate misure anticovid e la mancanza di risposte concrete all'emergenza occupazionale”.

Oggi gli attivisti del “Movimento 7 Novembre” si sono dati appuntamento in piazza Berlinguer, nel cuore dello shopping cittadino, in questi giorni di vigilia delle feste natalizie affollato di napoletani e turisti. “Questo - si legge in un volantino - sarà un altro Natale dove ad arricchirsi saranno solo i padroni come Luigi Gubitosi, il manager Tim che ha avuto come buonuscita quasi 7 milioni di euro, quanto un operaio guadagnerebbe in 350 anni di lavoro”.

false

Tra le rivendicazioni, anche le misure anti Covid. “Siamo dinanzi ad un nuovo incremento dei contagi e delle terapie intensive - denunciano i disoccupati del Movimento - a dimostrazione che il vaccino da solo non basta, che il Green Pass è uno strumento che non ha nulla a che vedere con la tutela della salute nei luoghi di lavoro e con un sistema sanitario distrutto da decenni, senza che si potenzi la sanità territoriale”.

Il corteo con i disoccupati ha attraversato via Toledo e la Galleria Umberto, prima di raggiungere il palazzo della Prefettura in piazza del Plebiscito, chiuso al sopraggiungere dei manifestanti, dove sono stati lasciati i pacchi per il Governo. Alcuni momenti di tensione con le forze dell'ordine per la manifestazione, non autorizzata. A quanto si è appreso uno dei dimostranti sarebbe stato condotto in Questura.

Renzi arriva a Napoli, scatta la protesta dei disoccupati del 'Movimento 7 Novembre' - Napoli, Whirlpool: il 22 dicembre inizia smantellamento impianti. Verso il Consorzio?