8 feb 2022

Napoli, ladri riconosciuti sulla banchina e bastonati: sui social il pestaggio / VIDEO

Il violento pestaggio è avvenuto sulla banchina della stazione della circumvesuviana di Castello di Cisterna. I ladri avrebbero rubato 300 euro e qualche cornetto da una pasticceria 

Napoli, 8 febbraio 2022 - Girano sui social le immagini del violento pestaggio avvenuto sulla banchina della stazione della circumvesuviana di Castello di Cisterna, in provincia di Napoli. I rapinatori ricosciuti sono stati puniti a bastonate. 

Foto del pestaggio ai ladri tratta dal video diffuso sui social
Foto del pestaggio ai ladri tratta dal video diffuso sui social

Nel video si vedono tre uomini, accerchiati e aggrediti a bastonate da un gruppo di persone. Secondo la ricostruzione che arriva dai carabinieri le vittime sembrerebbero essere gli stessi soggetti ritenuti gravemente indiziati del reato di rapina ai danni di una pasticceria a Castello di Cisterna, avvenuto lo scorso 4 febbraio, e fermati ieri dai militari della locale compagnia.

Le immagini riprese con smartphone farebbero riferimento ad un arco temporale che precede l'arresto. Sono in corso accertamenti volti all'identificazione di tutti gli attori della vicenda. L'aggressione era scattata proprio perché le tre vittime erano state riconosciute dagli assalitori che avrebbero deciso così di "giustiziarli" per le loro attività illecite.  Sono in corso accertamenti volti all'identificazione degli aggressori

Il bottino: 300 euro e qualche cornetto 

Mentre si trovavano sulla banchina della stazione ferroviaria del paese i tre ladri sono stati circondati e aggrediti da un gruppo di persone. Avvertiti da una telefonata al 112, sono intervenuti i carabinieri che hanno fermato i tre ed ora stanno cercando di identificare i responsabili del pestaggio.
Il video dell'aggressione, girato da uno degli aggressori, è stato diffuso su Internet. I tre presunti malviventi sono accusati di essersi impadroniti di 300 euro, dopo aver mangiato a sbafo cornetti e graffe nella pasticceria. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?