Impalcatura edile
Impalcatura edile

Ischia, 16 dicembre 2021 – Non era regolarmente assunto Vittorio Tommasone, l’operaio 59enne morto oggi in un cantiere edile a Forio d'Ischia. Lo hanno accertato i carabinieri della Compagnia di Ischia che, insieme ai tecnici dell’Asl, stanno conducendo le indagini sulla morte dell'operaio caduto da un montacarichi di una casa in ristrutturazione nella zona di Cava dell'Isola. L’uomo si trovata al secondo piano della palazzina, l’impatto sul terreno è stato violentissimo.

L'uomo, dopo l'impatto, è stato portato dai colleghi di lavoro con un furgone all'ospedale Rizzoli dove, per le gravissime ferite riportate, i sanitari ne hanno constatato il decesso. I militari hanno sequestrato il cantiere e la salma e, in queste ore, stanno interrogando gli altri operai della ditta per confrontare le testimonianze.

Tommasone - originario di Napoli, ma residente nell'isola da molto tempo, era stato a lungo dipendente di un parco termale e da qualche anno nel periodo invernale lavorava nel settore edile. Lascia la moglie e tre figli.

Cosa è accaduto oggi

È caduto dal secondo piano di una palazzina in ristrutturazione il 59enne deceduto oggi a Forio. L’operaio stava lavorando all’interno di un cantiere edile allestito per la ristrutturazione di un immobile quando, nella tarda mattina di oggi, è precipitato al suolo. Gravissime le lesioni riportare dalla caduta, l’uomo è morto poco dopo il terribile impatto con il terreno.

L’incidente mortale sul lavoro è avvenuto a Forio di Ischia, nel cantiere edile di via Palummera, dove sono intervenuti i carabinieri per ricostruire la dinamica e accertare i motivi della caduta. Sarà infatti da stabilire se l’uomo stesse lavorando in sicurezza e se il montacarichi fosse a norma, dettaglio importanti per accertare cause e attribuire responsabilità. La vittima è del posto.

La vittima è un operaio 59enne del posto. L'uomo è deceduto sul posto, quando i soccorritori sono arrivati sul luogo dell’incidente non hanno potuto fare altro che allertare il medico legale per constatare la morte dell’uomo. Accertamenti sono in corso da parte dei carabinieri della compagnia di Ischia e del personale Asl Napoli 2 Nord.

Dinamica simile quella accaduta lo scorso 11 dicembre a Monterotondo, nell’hinterland di Roma, dove un operaio di 36 anni è precipitato dal tetto di un capannone industriale. L’uomo avrebbe messo un piede su un lucernario, ceduto sotto il peso del corpo. Anche per lui non c’è stato nulla da fare, l’operaio è morto sul posto.

Incidenti sul lavoro oggi: operaio muore a Coniolo Monferrato. Una vittima anche a Treviso