Napoli, 15 novembre 2021 – I tecnici di Arpa Campania sul posto per i primi sopralluoghi nell'area oggetto dell'incendio sviluppato all'alba in via Torricelli ad Arzano, in provincia di Napoli. Gli esperti hanno posizionato un campionatore ad alto volume per la ricerca di diossine e furani potenzialmente dispersi in atmosfera nel corso dell'incendio. “Al momento - si legge in una nota - sono disponibili i dati grezzi orari forniti dalla rete delle stazioni fisse di monitoraggio della qualità dell’aria, che misurano le concentrazioni di diversi inquinanti, tra cui Pm10, Pm2.5, monossido di carbonio, ossidi di azoto, benzene. Finora la rete non ha rilevato significativi aumenti delle concentrazioni degli inquinanti monitorati, chiaramente riconducibili all’incendio. Tuttavia le condizioni meteo, nel corso della mattinata, sono state caratterizzate da venti deboli, al momento in lieve intensificazione, che non favoriscono il rimescolamento atmosferico e la conseguente dispersione degli inquinanti. Per valutare il quadro della qualità dell’aria, anche nei giorni successivi all’evento, nell’area più direttamente esposta agli effetti dell’incendio, a breve l’Agenzia attiverà un laboratorio mobile per il monitoraggio di un set di inquinanti atmosferici.

Le fiamme questa mattina all'alba

Fumo e fiamme all’alba di oggi 15 novembre ad Arzano, in provincia di Napoli. Le fiamme si sono sviluppate all'interno di una fabbrica della zona industriale, poco prima delle 7, sarebbero partite dall'interno di un capannone e hanno generato un'alta colonna di fumo nero, ben visibile anche da Napoli. Al momento non risultano feriti, gli operai sarebbero riusciti ad allontarsi per tempo. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco; sono in atto le operazioni di spegnimento con diverse autobotti. La nube nera si sta spostando su tutto il territorio ed è visibile a chilometri di distanza. Si tratta del deposito della ditta Fab che conteneva principalmente articoli casalinghi e bomboniere. Non si registrano feriti e le cause dell'incidente sono tutte da accertare ma ci sono volute ben cinque squadre dei Vigili del Fuoco per spegnere le fiamme in via Evangelista Torricelli 2.

Due i roghi 

La sindaca di Arzano, Vicenza Aruta aggiorna i cittadini sulle fasi di spegnimento e consiglia “a scopo precauzionale, di tenere le finestre chiuse, di evitare spostamenti non necessari e di non intralciare le strade ai mezzi di soccorso". Al momento "sono in corso le operazioni di spegnimento dell’incendio che ha interessato un deposito ed un’attività di rivendita all’ingrosso e dettaglio in via Torricelli ad Arzano. Al momento i focolai sono due, le forze dell’ordine e i vigili del fuoco, accorsi tempestivamente sul luogo, si stanno coordinando per la messa in sicurezza del sito interessato".

Gli incendi delle utlime settimane

Si tratta dell'ennesimo incendio nel Napoletano. Il 9 novembre nel Casertano le fiamme erano divampate nella zona industriale. Vasto incendio in zona industriale nel Casertano, fumo visibile anche a Napoli. Il 13 ottobre è stata la volta di uno stabilimento ad Airola. Incendio ad Airola, una nube nera e tossica arriva fino a Napoli

 “È davvero improbabile che tutti questi incendi che stanno colpendo aziende del nostro territorio siano frutto soltanto di coincidenze. Chiediamo alle Autorità e alla magistratura di accendere un riflettore su questo fenomeno e di aprire un fascicolo. Questi roghi tossici stanno avvelenando la nostra terra e a farne le spese sono i cittadini. Nel frattempo abbiamo chiesto ad Arpac di monitorare le condizioni dell’ aria per capire se vi siano pericoli per la salute. Infine chiediamo ai Vigili del Fuoco che ne hanno la competenza di controllare i sistemi antincendio di tutte queste aziende", il commento sui social del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.