Napoli, 29 luglio 2021 – De Luca dalla parte del “green pass”, il governatore dà il via libera alla carta vaccinale per entrare nei locali. È un modo per fare lavorare i ristoratori, dice. "Mi metto nei panni di un ristoratore: se mi devo garantire la presenza dei clienti, devo avere un ristorante sicuro. Mi pare non ci voglia molto a capirlo”, è il commento di Vincenzo De Luca dopo le manifestazioni di piazza no-vax e le fiaccolate contro il green pass che si sono svolte l'altra sera in diverse piazze italiane, tra cui Napoli.

“Se so che vado in un ristorante e trovo solo persone vaccinate ci vado con piacere e ci porto anche la famiglia. Come si fa a non capire una cosa così semplice?", si chiede De Luca in risposta alle proteste dei ristoratori di 'Io Apro' contrari all'estensione dei Green Pass. "La verità è che abbiamo ancora piccole aree di irrazionalità e demagogia, rispetto alle quali - dice - è bene non perdere proprio tempo".

Dura la condanna alle fiaccolate contro il green pass

Flop di presenze alle fiaccolate in molte piazze, anche se gli organizzatori rivendicano la partecipazione di migliaia di manifestanti. “ Le proteste? Io penso che sia l'affermazione della ragione contro l'irrazionalità e anche contro la stupidità francamente”. Così il presidente della regione Campania commenta la scarsa adesione della protesta in piazza dei ristoratori contro l'obbligo della carta verde nei locali pubblici.

Roma, un migliaio in piazza del Popolo per dire "No al Green Pass". Ed è subito tensione