Gaetano Scutellaro
Gaetano Scutellaro

Napoli, 6 settembre 2021 -  E' stato sottoposto a fermo Gaetano Scutellaro, il tabaccaio di Napoli accusato di furto pluriaggravato e di tentata estorsione ai danni di una donna vincitrice di un biglietto gratta e vinci del valore di 500.000 presso una tabaccheria di Napoli. Il fermo è stato eseguito dai carabinieri della Compagnia di Napoli Stella, disposizione dalla Procura della Repubblica di Napoli. E' stato anche recuperato in una filiale bancaria di Latina e po il biglietto rubato. 

Il tabaccaio crolla: "Chiedo perdono"

Scutellaro era stato denunciato da un'anziana cliente che lo aveva accusato di essersi impossessato del suo tagliando, una volta saputo che aveva centrato la maxi vincita, e di essere scappato in scooter. L'uomo era poi stato individuato dalla polizia di frontiera all'aeroporto di Fiumicino alla quale il tabaccaio si era rivolto per denunciare a sua volta la cliente. L'uomo si accingeva a partire per le Canarie senza peraltro essere in possesso del fatidico biglietto.

Scutellaro dunque, finito su tutti i siti internet e su tutti i giornali italiani, ha rispedito all'anziana le accuse.Quando la polizia gli ha chiesto di restituire il tagliando lui ha detto di non averlo (cosa in effetti vera), ha sostenuto di essere lui la vittima del furto e ha annunciato di voler denunciare l'anziana per calunnia. Insomma un autentico giallo.

Gli inquirenti, che hanno denunciato Scutellaro per furto, non sono convinti di questa versione. Scutellaro - ritengono - potrebbe aver depositato il tagliando in una banca di Latina dove avrebbe anche aperto un conto corrente, circostanza confermata dalla banca, immediatamente informata dell'indagine in corso e diffidata a bloccare l'operatività del conto stesso in attesa dell'emissione del provvedimento di sequestro da parte dell'autorità giudiziaria. Sempre a Latina Scutellaro avrebbe anche acquistato il biglietto per le Canarie.

Il tagliando comunque è stato subito bloccato dopo la denuncia della donna e nessuno può riscuotere la vincita fino a quando non sarà completata l'inchiesta. E dall'indagine emerge un particolare: il tabaccaio avrebbe usato il cellulare per verificare il tagliando. Intanto è stata sospesa la licenza del negozio alla moglie.