Napoli, 20 novembre 2021 –  Presenti tra gli altri anche il governatore della Campania, Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, insieme al ministro della Difesa Lorenzo Guerini e le più alte cariche dell'esercito. Dopo lo stop dello scorso anno a causa dell’emergenza sanitaria provocata dal Covid oggi 20 novembre 2021 il Giuramento degli allievi della Scuola Militare Nunziatella di Napoli, è tornato, come vuole da tradizione, in piazza del Plebiscito. Questa mattina, gli Allievi del 234° Corso hanno prestato giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana, alla presenza del Ministro della Difesa Guerini, del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone, del Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Pietro Serino, del Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell'Esercito, Generale C.A. Salvatore Camporeale e del padrino del corso, medaglia d'oro al valor militare, Generale C.A. Rosario Aiosa.

false

49 i nuovi cadetti 

Sono 49 i cadetti, 38 uomini e 11 donne, che entrano nella antica scuola militare, fondata a Napoli nel 1787 da Ferdinando IV di Borbone. Il ministero della Difesa per la cerimonia ha imposto regole stringenti anche per i civili e gli ex allievi militari: green pass per tutti e obbligo distanziamento. 

false

Alla cerimonia hanno presenziato tra gli altri il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, il prefetto di Napoli Claudio Palomba e le più alte cariche dell'esercito. Il Giuramento solenne, avvenuto alla presenza della Bandiera d'Istituto e suggellato con la lettura della tradizionale formula del giuramento, pronunciata dal Comandante della Scuola Militare "Nunziatella", Colonnello Ermanno Lustrino, sancisce l'ingresso a pieno titolo dei 49 Allievi nei ranghi dell'Esercito Italiano.

false

Presidio di formazione e di valori

“La Nunziatella significa molto per il nostro Paese. È un grande presidio di formazione, di cultura, e di valori”, così il ministro della Difesa Guerini questa mattina al giuramento degli allievi del 234° corso della Scuola Militare Nunziatella. “Avere Forze Armate preparate significa investire sulla risorsa più importante su cui si possa contare, che è la risorsa umana - ha proseguito Guerini -, investire sul personale e la sua formazione, dentro un percorso che fa riferimento ai valori su cui le nostre Forze Armate poggiano, e consente di acquisire competenze, professionalità , e conoscenza per fronteggiare le sfide che siamo chiamati ad affrontare”.

“Al tempo stesso essere -. ha aggiunto il ministro della Difesa - significa essere aperti alla dimensione internazionale . Pochi giorni fa , questo concetto è stato richiamato al 70° anniversario del Nato Defense College, al quale ho partecipato. È un luogo di elaborazione, di formazione di cultura strategica, e credo che questi luoghi diano il senso di come le Forze Armate siano cambiate negli ultimi anni e della asticella alta che esse sono chiamate a rispettare”.