Una manifestazione a sostegno delle vittime di violenza
Una manifestazione a sostegno delle vittime di violenza

Somma Vesuviana, 17 luglio 2021 – Un flashmob silenzioso per ricordare tutte le vittime di violenza all'indomani della morte di Vincenza Tortora, la 63enne uccisa ieri nel parcheggio di un supermercato a Somma Vesuviana. La donna è stata uccisa per mano del marito, il 70enne Francesco Nunziata, che ha confessato il delitto e il ferimento di un 46enne per motivi di gelosia.

“Come donna sono indignata e arrabbiata dinanzi all'ennesimo episodio di violenza. Il mio pensiero va a questa donna che non c'è più e a quelle che vivono atti di violenza da uomini che pensano di essere compagni di una vita e che invece hanno smesso di rispettarle ed onorarle per tutta la vita”, ha detto durante il flashmob Luisa Cerciello, assessora alle Pari opportunità del Comune di Somma Vesuviana.

“Oggi abbiamo voluto dire a tutte le donne che noi ci siamo – ha aggiunto Cerciello – che possono denunciare. Io sono assessore donna e rivolgo un chiaro appello alle donne che subiscono violenze: denunciate. Da noi, in piazza c'è anche una cassetta dove è possibile imbucare le denunce in pieno anonimato”.

Il sindaco alle donne del paese: “Se siete state aggredite, rivolgetevi a me”

“La manifestazione si è svolta oggi davanti alla panchina rossa, simbolo di liberazione delle donne dalla violenza subita, installata vicino municipio di Somma Vesuviana. Oltre all'assessora Cerciello, erano presenti il sindaco Salvatore Di Sarno, insieme alle donne della giunta e del consiglio comunale.

“Il sentimento è di rabbia – ha sottolineato il sindaco Di Sarno –: non è possibile che venga uccisa ancora una donna. Noi siamo per il rispetto delle donne. Invito la comunità a fare rete e per segnalazioni di qualsiasi tipo, riguardanti la violenza sulle donne ma anche le aggressioni che si sono verificate di recente, di rivolgersi anche a me telefonicamente o di persona”.

Sicurezza fuori controllo

Il sindaco ha chiesto una maggiore presenza delle forze dell'ordine per contrastare gli episodi di criminalità in costante crescita. “Ringraziamo il prefetto di Napoli per l'attenzione che ha sempre avuto – ha proseguito - ma chiediamo fortemente una presenza costante delle Forze dell'Ordine, soprattutto nelle ore serali e notturne. L'altra sera una coppia è stata aggredita con violenza ed è stato esploso un colpo di pistola contro un ragazzo che è salvo per miracolo”.

Situazione ad alto rischio. “Sicuramente questi episodi non accadono solo a Somma Vesuviana – ha concluso –, io però sono il sindaco di questa città. Chiedo alla comunità, ai cittadini di collaborare. Ci sono canali istituzionali e i cittadini hanno il mio contatto telefonico. Li invito a segnalarmi qualsiasi cosa di strano ed io farò da ponte con le forze di polizia. Un messaggio allunga la vita e facciamo rete”.