Martedì 23 Luglio 2024

Latina, pressioni mafiose per farsi vendere la casa: 4 arresti

Il vecchio proprietario, ritenuto vicino alla camorra, voleva tornare in possesso dell’abitazione venduta all’asta alla vittima

Agente della Squadra mobile (foto generica)

Agente della Squadra mobile (foto generica)

Roma, 11 luglio 2024 – Una persona è stata vittima di pesanti pressioni per rivendere la sua casa al proprietario precedente, un uomo ritenuto vicino a diversi clan camorristici di Napoli. È successo a Latina, dove la vittima aveva acquistato un’abitazione all’asta. Le intimidazioni hanno visto la partecipazione di 3 soggetti che fungevano da tramite, uno dei quali in passato ritenuta organica a Cosa Nostra agrigentina e un altro esponente di una famiglia di etnia rom stanziale a Latina. 

Ad indagare sulla faccenda sono stati i poliziotti della Squadra mobile, con il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia della procura di Roma. L’accusa per le persone coinvolte è di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso: sono state disposte 4 custodie cautelari in carcere, mentre per una quinta persona è stato emesso un divieto di dimora nel comune di Latina.