quotidiano nazionale
24 lug 2022

Ercolano, nasce la biblioteca sulla spiaggia. "Qui si spaccia cultura"

L'iniziativa è di Giuseppe Bottone, un imprenditore napoletano che ogni domenica allestisce un gazebo sul bagnasciuga "La Favorita"

24 lug 2022
featured image
Lettura in spiaggia
featured image
Lettura in spiaggia

Napoli, 24 luglio 2022 – “Qui si spaccia cultura”. È questo l’obiettivo dell’originale impresa di un imprenditore napoletano, Giuseppe Bottone, che ha allestito una biblioteca sulla spiaggia di Ercolano. È un modo per avvicinare grandi e bambini alla lettura e spegnere i cellulari, almeno per l’estate.

“Tra un bagno e l'altro è possibile prendere un libro in prestito, leggerlo sulla spiaggia e poi restituirlo. Sono libri che ci vengono donati da cittadini comuni. Un libro non deve restare chiuso in una biblioteca, ma deve essere letto, passare di mano in mano. Solo così può vivere”. Ogni domenica, Bottone aspetta di i bagnanti sotto al gazebo bianco allestito sulla spiaggia libera di Ercolano, in località “La Favorita”. E lo farà fino alla fine di agosto.

Non solo libri

Qui, tra romanzi, saggi e fumetti, dà la possibilità a chiunque lo voglia di “fare un tuffo nella cultura”, prendendo in prestito un libro. “La proposta non vuole essere un semplice intrattenimento, ma un prolungamento scolastico per bambini e adolescenti che sono, tra l'altro, i nostri migliori clienti”, spiega Bottone che nella vita si occupa di abbigliamento vintage.

Proprio ai bambini “sono rivolti i laboratori didattici che, con una mia valida collaboratrice, organizziamo nel gazebo a lato e che hanno come tema l'ambiente, il cibo, la salute”, continua l’imprenditore, che aggiunge: “Questo gazebo, quando non ci sono attività, diventa uno spazio all'ombra riservato alle donne incinte con bambini piccoli e anziani”. Tra i romanzi in bella mostra, spiccano molti classici, ma anche numeri di Topolino.

Spaccio di cultura

Giuseppe Bottone mostra, sul lato centrale della tenda, la scritta “Spaccio di cultura”. Scritta che vuole segnare una cesura tra il passato buio, che negli anni Ottanta ha reso la città di Ercolano nota per le piazze di spaccio della droga, e il presente circondato dalla bellezza della cultura, dai luoghi d'arte che vivono una nuova vita. “Il presente che vogliamo riservare ai nostri giovani è la cultura. E noi vogliamo spacciare cultura”, spiega Bottone. “Se riusciamo a mettere in mano un libro ad un adolescente, togliendogli per un po’ lo smartphone, allora vorrà dire che abbiamo fatto un passo avanti importante”.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?