quotidiano nazionale
22 giu 2022

Dispersione scolastica, minori mai visti a scuola: 20 famiglie denunciate nel Napoletano

Qualcuno ha accumulato assenze per oltre il 90%, altri in classe non sono mai entrati. Nel blitz dei carabinieri, quattro istituti di Grumo Nevano e Casandrino

22 giu 2022

Napoli, 22 giugno 2022 – Dispersione scolastica, 20 famiglie denunciate per non avere mandato i figli minorenni a scuola. Nel giorno di inizio della maturità, nel Napoletano un blitz nelle scuole ha portato alla denuncia penale per i genitori dei 20 ragazzini che, nonostante fossero iscritti in quattro scuole scuole tra Grumo Nevano e Casandrino dallo scorso settembre 2021, non avevano rispettato l'obbligo di frequenza.

Per qualcuno il tasso di assenza riscontrato è stato superiore al 90%. Altri invece a scuola non c'erano mai entrati. Dagli accertamenti effettuati negli istituti comprensivi Pascoli, Cirillo, Marconi e Torricelli,tra Grumo Nevano e la vicina cittadina di Casandrino, insieme con i dirigenti scolastici e gli assistenti sociali, è emerso che 20 ragazzi in classe quest’anno non si erano mai visti.

Reato penale

I carabinieri di Grumo Nevano contestano ai genitori il reato, penale, di inosservanza dell'obbligo dell'istruzione dei figli minori ai genitori di 20 bambini e ragazzi, individuati e denunciati dai militari durante una serie di controlli contro la dispersione scolastica che da Grumo si sono estesi anche nella vicina Casandrino.

Manfredi: “Non perdete mai la voglia di imparare”

Intanto, oggi in tutte le scuole del Napoletano, migliaia di studenti sono alle prese con il tanto atteso, e temuto, esame di maturità. A dare un messaggio di incoraggiamento ai ragazzi e alle ragazze della Città Metropolitana di Napoli, il sindaco partenopeo Gaetano Manfredi, rivolge via twitter ai maturandi. “In bocca al lupo alle studentesse e agli studenti che oggi iniziano gli esami di maturità. Vi auguro di affrontare questa prova con coraggio”.

“Date il meglio di voi e non perdete mai la voglia di imparare. Questi giorni saranno tra i ricordi più belli della vostra vita”, conclude Manfredi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?