L'attore Libero De Rienzo
L'attore Libero De Rienzo

Napoli, 16 luglio 2021 - “Conoscevo bene Libero: amava Napoli profondamente, attore e artista napoletano di grandissimo valore”. Inizia così il messaggio di cordoglio del sindaco Luigi de Magistris, tra i tanti napoletani sconvolti dalla scomparsa improvvisa di Libero De Rienzo, l'attore partenopeo scomparso a solo 44 anni.

Libero De Rienzo, indagini su causa della morte e polvere bianca trovata in casa

"Esprimo profondo cordoglio per la prematura fine terrena di Libero De Rienzo, attore e artista napoletano di grandissimo valore”, fa sapere de Magistris. “Conoscevo bene Libero, del quale sono un grande estimatore – continua il sindaco – non solo per le sue indiscusse qualità professionali e artistiche, ma per la sua umanità, radicata cultura e forte impegno sociale e civile. Libero viveva a Roma, ma amava Napoli profondamente”.

Stroncato da un infarto, De Rienzo ha lasciato un vuoto in tanti napoletani che lo avevano conosciuto negli anni. L'attore – celebre per film popolari come “Smetto quando voglio” o !Santa Maradona”, che nel 2002 gli è valso un David di Donatello – è deceduto nella sua casa romana. A trovarlo un amico, arrivato all'improvviso ieri sera nell'abitazione dell'attore: era preoccupato perché da giorni non riusciva a mettersi in contatto con Libero.

Oltre alla sua città era legato a Procida. Il sindaco: “Lo ricordo in giro per l'isola”

Benché abitasse dall'età di due anni a Roma, Libero De Rienzo era legato alla città di Napoli e in estate frequentava l'isola di Procida. “É una di quelle notizie che lasciano senza parole e con una tristezza profonda e cupa", dice il sindaco di Procida, Dino Ambrosino. "Ho davanti agli occhi le mille scene in cui lo ricordo in giro per l'isola – continua Ambrosino - con quello stesso atteggiamento spensierato di tutti i concittadini, con la grande confidenza e serenità di chi fa parte della comunità”.

De Rienzo aveva sostenuto con grande convinzione la candidatura di Procida a Capitale della cultura 2022. Memorabili i momenti in cui lui ci aiutò a ridare vita al carcere, contribuendo a riempire di nuovo quel 'palazzo di umanita'. Oppure quando insieme a noi si batteva come un leone per difendere il nostro piccolo pronto soccorso", conclude il sindaco di Procida in riferimento al festival del cinema "Arthetica", il Festival del cinema indipendente di Procida,  ideato e diretto dallo stesso De Rienzo.

Saviano: “E ora come si fa?”

Anche il giornalista e scrittore Roberto Saviano ha voluto questa mattina esprimere sui social tutto il suo dolore per la scomparsa dell'attore napoletano. "Addio #LiberoDeRienzo: e ora come si fa? Era bella la tua indolenza, la tua capacità di racconto immersa tra ironia e malinconia. Il tuo modo di attraversare la vita era bello. E ora come si fa?".

Sposato con la costumista Marcella Mosca, lascia due figli di 6 e 2 anni. Dopo i funerali, la cui data non è stata ancora fissata, la salma sarà inumata in Irpinia, accanto alla mamma.

Il cordoglio del Napoli Calcio

Non è mancato il cordoglio del Napoli che, su Twitter, ha destinato il suo pensiero a Libero: "La SSC Napoli partecipa al dolore della famiglia De Rienzo per la scomparsa di Libero".

De Luca: "Grave perdita per il cinema e la cultura"

"L'improvvisa scomparsa di Libero De Rienzo ci addolora molto e ci lascia attoniti. Attore di grande talento e vitalità, tra i più bravi e brillanti della sua generazione. L'interpretazione di Giancarlo Siani in Fortapàsc ci ha commosso e ha contribuito a far conoscere anche ai giovanissimi la storia del giornalista anticamorra e della Napoli degli anni '80. Davvero una grave perdita per il cinema e la cultura italiana. Un abbraccio alla moglie e ai due figli", ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania.