Vincenzo De Luca Governatore della Campania
Vincenzo De Luca Governatore della Campania

Napoli, 09 luglio 2021 - Sono 226 i nuovi casi di coronavirus registrati ieri in Campania, 7.682 i tamponi molecolari analizzati. Nel bollettino odierno diffuso dall'unità di crisi della Regione Campania sono stati inseriti 3 nuovi decessi avvenuti nelle ultime 48 ore e 8 decessi avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. In Campania sono 20 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva e 201 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza. 
"Il tasso di contagiosità è del 3%. E' un dato preoccupante, se pensiamo che a luglio dello scorso anno avevamo zero positivi - ha dichiarato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca - Se continua questo trend non arriveremo nemmeno ad ottobre, ma dovremo fare chiusure già a fine agosto. Lo dico perché tutti abbiano consapevolezza della situazione. Un padre di famiglia, quando deve proteggere i propri figli, non dice le cose più comode, ma quelle giuste per tutelarli. Questo credo sia mio dovere fare nei confronti dei cittadini della Campania". 

Mascherine all'aperto: "Le forze dell'ordine facciano rispettare l'ordinanza"

"È necessario indossare la mascherina all'aperto, invito le forze dell'ordine e le polizie municipali a essere meno rilassate. Non stiamo scherzando, l'ordinanza non è una carta firmata da me, ma un obbligo di legge". Lo ha rimarcato il presidente della Regione Vincenzo De Luca durante la diretta trasmessa sulla sua pagina Facebook  per fare il punto sull'emergenza Coronavirus. "Li invito procedere con le sanzioni per chi non la indossa e per chi la tiene sul collo, cioè gli imbecilli doppi che si prendono il fastidio di portare la mascherina senza il beneficio della protezione. La mascherina - aggiunge - va tenuta sulla bocca e sul naso. Non è un grande sacrificio". 

"Gli asintomatici contagiano"

"Se noi avessimo un numero di positivi rapportato alla popolazione della Campania su quella italiana dovremmo avere 140 positivi, ne abbiamo invece 226. Di questi, 26 sono sintomatici, un dato per un verso ci deve tranquillizzare, però gli asintomatici contagiano. Questo vuol dire che potrebbero esserci migliaia cittadini positivi che possono contagiare" - ha sottolineato De Luca. 
Per il governatore "è un dato preoccupante". "Anche se c'è un numero elevato di persone vaccinate, dobbiamo considerare che abbiamo un 15% al di sopra dei 60 anni che non si è voluto vaccinare e poi abbiamo le varianti. Quindi abbiamo un dato positivo in più rispetto a un anno fa, i vaccinati, ma un dato preoccupante che è rappresentato dalla variante Delta che ha una capacità di contagio e un'aggressività davvero grandissima".  

"L'apertura delle scuole in base al numero dei vaccinati"

"Se vogliamo aprire le scuole in presenza, com'è nei nostri programmi, dobbiamo completare per l'80% perlomeno la vaccinazione dei ragazzi anche sotto i 18 anni. Decideremo l'apertura dell'anno scolastico in relazione al livello di vaccinazione che avremo conseguito nei confronti degli studenti - ha concluso il governatore della Campania -. Faccio un appello ai ragazzi perché utilizzino il mese di luglio per fare quante più vaccinazioni è possibile, utilizziamo solo Pfizer e Moderna. I richiami possono essere fatti anche in tempi accelerati, Pfizer a 21 giorni quindi prima di agosto, e in ogni caso ci stiamo preparando per utilizzare a pieno regime l'ultima settimana di agosto e i primi di settembre per fare la vaccinazione a tutta la popolazione studentesca. Questa è l'unica possibilità reale che abbiamo per aprire tutte le scuole in presenza".