Covid Veneto, i dati del 12 dicembre 2021
Covid Veneto, i dati del 12 dicembre 2021

Napoli, 12 dicembre 2021 – Torna a salire il tasso di incidenza in Campania, arrivato a sfiorare il 5%. Nelle ultime 24 ore, secondo i dati del bollettino dell'Unità di crisi regionale, sono 1.531 i nuovi casi positivi al Covid su 30.918 test esaminati, con un rapporto tra tamponi e contagi che passa dal 4,21% di ieri al 4,95% di oggi. Due le persone decedute, che portano a 8.291 il totale delle vittime del virus dall’inizio della pandemia ad oggi.

In tutte le province campane ci sono 21.570 persone in quarantena perché risultate positive al Covid, di cui 394 ricoverati. Negli ospedali salgono sia i posti letto occupati nelle terapie intensive - che sono 29, più 6 rispetto a ieri - sia quelli in degenza in area medica che sono 365 (+14).

I contagi nelle province campane

Il maggior numero dei contagi continuano ad essere nell’area della Città metropolitana di Napoli, con 817 nuovi casi che portano a 299.463 il totale dei casi che si sono verificati negli ultimi due anni. La seconda città, per numero di contagi, oggi è Caserta con 284 persone risultate positive nelle ultime ore, che portano il conteggio totale dei casi riscontrati finora in tutta la provincia a 77.465 unità.

A Salerno ci sono altri 273 casi e un bilancio dei contagiati dal virus di 81.019 persone, dal febbraio 2020 ad oggi. Subito dopo, nella classifica dei contagi di oggi per provincia, compare Benevento con 95 nuovi contagi e un conto complessivo dei malati e dei guariti di 15.175 persone contagiate in due anni. Avellino ha invece registrato 53 nuovi positivi, per un totale di 23.465 casi in tutto.

Pfizer, forniture attese per il 15 dicembre

Moderna per la terza dose e Pfizer per le prime due, almeno fino al 16 dicembre, quando la Campania avrà avuto la nuova fornitura di Pfizer, attesa per il 15. Questo è quanto si apprende dall'Unità di crisi regionale, che sta guidando la somministrazione dei vaccini contro il Covid.

Attualmente, quindi, prosegue l'uso del Moderna per la terza dose di vaccino, con una modalità che, precisano le fonti dell'Unità di Crisi, viene utilizzata da tutte le altre Regioni e che in realtà in Italia non porta delle differenze, visto che sia Pfizer che Moderna sono i due vaccini mRna praticamente considerati uguali. In diversi punti di vaccinazione, però, molti cittadini protestano nell'essere obbligati ad avere la terza dose Moderna.

Dal 16 dicembre scattano le vaccinazioni dei bambini dai 5 agli 11 anni, per quel giorno ci sarà una nuova fornitura ampia anche di Pfizer, assicurano dall’Unità di crisi campana.

Il bilancio della giornata di oggi, a Napoli, secondo quanto si apprende dalla Asl, è di 6.810 vaccini somministrati, di cui 550 sono le prime dosi, 270 le seconde e 5.990 le terze somministrazioni con Moderna.

La situazione in Italia

La regione con il maggior numero dei casi oggi è la Lombardia (+3.278), seguita da Veneto (+3.271), Emilia Romagna (+1.973), Lazio (+1.965) e Campania (+1.531). Il totale dei casi da inizio pandemia raggiunge quota 5.225.517

I dimessi dopo essere guariti sono 4.805.809 (+8.151 rispetto a ieri), gli attualmente positivi sono 284.877 (+10.995): di questi, 277.351 sono in isolamento domiciliare.

Green pass cambia ancora: nuove regole in arrivo. Il paradosso dei positivi al Covid - Zona gialla in Italia: 6 regioni a rischio. Quando possono cambiare e gli ultimi dati