19 feb 2022

Covid in Campania, bollettino oggi 19 febbraio: 5mila nuovi casi, giù i ricoveri 

Numeri in calo, il tasso di incidenza che ieri era al 12,97% oggi scende al 12,24%

Napoli, 19 febbraio 2022 - In Campania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 5.053 (-457) nuovi positivi al Coronavirus (3.904 al test antigenico e 1.149 al tampone molecolare), dati in miglioramento (qui il bollettino di ieri 18 febbraio) e che tengono conto dell'aggiornamento sulle misure di quarantena e isolamento del ministero della Salute.

I tamponi processati ieri sono stati 41.263 di cui 26.089 test antigenici e 15.174 molecolari.

Continua il leggero calo, secondo i dati del Bollettino dell'Unità di crisi della Regione, del tasso di incidenza che ieri era pari al 12,97% e oggi scende al 12,24%.

In calo anche il numero dei decessi: 6 nelle ultime 48 ore; 2 i deceduti in precedenza ma registrati ieri. Negli ospedali continuano a diminuire i ricoveri in terapia intensiva con 59 posti letto occupati (-4 rispetto a ieri); calo anche in degenza dove i posti letto occupati sono 1.017 (-21 rispetto a ieri).

Approfondisci:

Covid e vaccino, via libera dell'Aifa alla quarta dose. Ecco a chi spetterà

Il documentario: L’invisibile, sei storie dal lockdown

Una cassiera e una sceneggiatrice. Un tecnico radiologo e un'infermiera. Un vigile del fuoco e un attore. Tre donne e tre uomini reclusi in casa di fronte ad un nemico sconosciuto, invisibile e mortale, lontani da amici e familiari, soli con le proprie paure e le proprie angosce ma anche forti dei propri sorrisi e speranze. Sei storie intime raccontate attraverso un video-diario quotidiano registrato con il telefonino durante i mesi più difficili e bui per l'Italia, i primi novanta giorni dell'emergenza Covid.

C'è tutto questo ne L'invisibile, il documentario ideato, realizzato e prodotto da Pier Francesco Cari disponibile su Amazon Prime Video, Apple Tv e Google Play. In un'ora e cinque minuti L'invisibile prova a raccontare un'emergenza mondiale senza precedenti, che ha cambiato radicalmente il nostro modo di vivere e segnato un'intera generazione, attraverso la quotidianità di persone normali, gente comune come milioni di altre nel mondo che da un giorno all'altro hanno visto le proprie vite stravolte dal virus. Ed è proprio la normalità del racconto, la routine quotidiana dei sei protagonisti 'signori nessuno’, che consente a chi guarda il documentario di specchiarsi e ritrovarsi in quelle parole e quei gesti.

Fra i protagonisti c'è Alfonsina, che fa la cassiera in un supermercato a Napoli e che, come milioni di italiani, ha rischiato la vita per garantire i servizi essenziali: la sua giornata si divide tra la rabbia per chi ruba dagli scaffali e l'orgoglio di sentirsi importante, con la gente che le regala le mascherine cucite a mano per ringraziarla.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?