Un reparto Covid
Un reparto Covid

Napoli, 26 maggio 2021 - L’indice di positività resta stabile, ma il numero di nuovi contagi da Covid-19 in Campania da alcuni giorni è tornato a salire e, nonostante il miglioramento nella situazione degli ospedali, la Regione resta una di quelle con più casi in Italia e quindi tra le ultime a poter aspirare alla zona bianca.

I dati

Nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono stati 483 su 14.070 tamponi esaminati. Per fare un paragone, ieri erano stati 410, anche se a fronte di 11.750 tamponi. Per questo l’indice di positività è rimasto stabile rispetto al 25 maggio: oggi è pari al 3,43%, ieri era del 3,48%.

La buona notizia è il costante calo dei decessi. Otto in totale in base ai numeri forniti nel bollettino dell’Unità di crisi della Regione Campania: sette pazienti sono morti nelle ultime 48 ore e uno nei giorni precedenti, ma è stato registrato ieri. 

Negli ospedali resta invariata la situazione nelle terapie intensive, con 81 posti letto occupati, mentre calano i ricoveri in degenza: oggi sono 833, mentre ieri erano 861. I guariti sono stati 1301.

I vaccini: più di tre milioni di dosi somministrate

Prosegue la campagna di vaccinazione dei cittadini della Campania. Dall’Unità di crisi fanno sapere che oggi, a mezzogiorno, è stata superata la soglia dei tre milioni di dosi somministrate.

Nel dettaglio, sono stati vaccinati con la prima dose 2.120.393 cittadini, di questi 883.072 hanno ricevuto la seconda dose. Le donne vaccinate sono 1.601.926, mentre gli uomini sono 1.401.539. 

La provincia di Napoli è quella con il maggior numero di dosi somministrate, 1.521.430, il 48,6% del totale, seguita dalla provincia di Salerno con il 17,92% e da Caserta con il 15,42%. Chiudono Avellino con il 7,83% e Benevento con il 5,93%.

Questi invece i dati delle vaccinazioni in Campania aggiornati alle 17 di oggi, diffusi dall'Unità di crisi: prima dose a 2.129.972 cittadini, di questi 895.514 hanno ricevuto anche la seconda dose. Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 3.025.486.

Polemiche sulla “card di avvenuta vaccinazione”

Ma sui vaccini, in particolare sulla card che viene rilasciata dalla Regione Campania a chi ha ricevuto entrambe le dosi (singola nel caso di Johnson&Johnson), scoppia anche una polemica. Il Garante per la protezione dei dati personali ha, infatti, adottato un provvedimento con il quale ha "avvertito" formalmente la Regione che il sistema di certificazione di avvenuta vaccinazione, guarigione o negatività viola la normativa sulla privacy. Un avvertimento che però non sembra cambiare affatto la linea dell'amministrazione campana. 

La Regione ha annunciato, infatti, l’intenzione di andare avanti con il progetto perché, sostengono fonti della giunta, non c'è alcuna violazione della privacy e perciò non ha interrotto le procedure avviate a fine aprile per la produzione e la distribuzione delle card. Saranno le Asl a contattare i cittadini vaccinati  per avvisarli che potranno ritirare la card, da utilizzare in settori specifici, in particolare nel comparto turistico, per gli ingressi nei cinema, teatri, musei o ristoranti.