Coronavirus
Coronavirus

Napoli, 15 giugno 2021 – Scende all’1,86%, dal 3,57% precedente, il tasso di incidenza dei positivi al Covid-19 in Campania, dove oggi si registrano 136 nuovi casi di contagio e 15 vittime, di cui cinque nelle ultime 48 ore e altre dieci risalenti ai giorni scorsi, ma riportate ieri.

Stando ai dati del bollettino dell’Unità di Crisi della Regione, i positivi sintomatici sono 40, mentre i tamponi molecolari processati sono 7.310. I test antigenici eseguiti sono invece 6.980. Non si arresta il trend positivo dei ricoveri ospedalieri: i posti letto occupati nei reparti ordinari scendono infatti a 366, 13 in meno rispetto a ieri.

L’errore nel conteggio dei guariti

I ricoverati in terapia intensiva sono 23, mentre nella giornata precedente ce n’era uno in più. Sul fronte guariti, invece, si segnala che in Campania – come certifica il report quotidiano del Ministero della Salute – erano stati erroneamente riportati tra gli attualmente positivi oltre 48mila soggetti in realtà già negativizzati.

La discrepanza è emersa dalla dashboard della Protezione Civile, dove i guariti sono saliti a 4.014.025, con un aumento di 53.074 unità rispetto a ieri, mentre i positivi sono scesi a 105.906 (-51.884). In realtà, a livello nazionale, il calo degli attualmente contagiati è di 3.806, mentre l’incremento dei guariti è di 4.996.

Nelle note del bollettino, infatti, si legge che in Campania “a seguito delle periodiche verifiche, si è riscontrato un disallineamento che, dopo un accurato e dettagliato controllo da parte delle Asl, ha evidenziato 48.078 soggetti ancora riportati erroneamente in ‘isolamento domiciliare’ e che, pertanto, sono stati assegnati alla categoria ‘guariti’”.

I richiami del vaccino AstraZeneca

Intanto, passando alla campagna di immunizzazione, in totale sono 3.030.499 i cittadini campani vaccinati contro il Covid-19. Di questi, 1.152.935 hanno ricevuto il richiamo con la seconda dose. Stando ai dati aggiornati alle 17 di oggi, le somministrazioni effettuate sono state complessivamente 4.183.434.

Da domani la Regione farà ripartire i richiami per i cittadini che hanno fatto la prima dose di vaccino contro il Covid-19 con il siero AstraZeneca. I convocati sotto i 60 anni riceveranno la dose eterologa con Pfizer o Moderna, mentre coloro che hanno più di 60 anni avranno il richiamo con AstraZeneca, come confermano fonti della presidenza.

“Ai nuovi vaccinati non sarà somministrato AstraZeneca al di sotto dei 60 anni – ha affermato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in una nota –, rispetto al vaccino Johnson & Johnson la posizione del Ministero non è definita in modo chiaro e vincolante. Pertanto tale vaccino non sarà somministrato sotto i 60 anni”.