Bollettino Covid Campania 8 gennaio 2022
Bollettino Covid Campania 8 gennaio 2022

Napoli, 8 gennaio 2022 - Sono 13.364 i nuovi casi di Covid-19 emersi ieri in Campania dall'analisi di 119.138 test. La percentuale di test positivi sul numero totale di test analizzati è pari all'11,21% in calo rispetto al 16,91% di ieri. I cittadini campani attualmente in isolamento perché positivi al Covid sono 150.390 (+8.592 rispetto a ieri), dato che porta il totalda inizio pandemia a 677.640.
Nel bollettino odierno diffuso dall'unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 9 decessi.
Prosegue l'aumento di ricoveri di pazienti Covid in Regione: sono 74 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva (+ 4 rispetto a ieri) su un totale di 702 posti letto di terapia intensiva disponibili su base regionale (occupato il 10,5% dei posti letto), sono 961 i pazienti Covid ricoverati nei reparti di degenza (+32 rispetto al dato diffuso ieri).

La mappa dei contagi nelle province della Campania

É la Città metropolitana di Napoli a registrare il maggior numero di nuovi casi registrati nel bollettino Covid di oggi, 8 gennaio 2022, della Regione Campania: 7.464. 
Le province di Salerno e Caserta si differenziano per pochi casi: nel Salernitano i contagiati sono stati 2.381, nel Casertano 2.334. Ad Avellino 581 persone positive al Covid, a Benevento 463.
Bollettino Covid Campania 8 gennaio 2022

Campania: da lunedì stop ai ricoveri programmati negli ospedali

Stop ai ricoveri programmati e alle attività di specialistica ambulatoriale non urgenti nelle strutture sanitarie pubbliche della Campania dal 10 gennaio. É quanto disposto dall'Unità di crisi della Regione con un provvedimento adottato "al fine di consentire una rapida ottimizzazione dell'organizzazione ospedaliera per fronteggiare la situazione pandemica", di "impegnare il personale sanitario pubblico e convenzionato in via prioritaria alla gestione dei pazienti Covid" e ravvisata "la necessità garantire la disponibilità di un più adeguato numero di posti letto sia nella degenza medica che chirurgica da dedicare ai pazienti affetti da Covid-19". 
Covid Campania, Omicron incidenza record contagi. Stop a ricoveri non urgenti da lunedì

Nell'ordinanza di evidenzia come la variante Omicron del virus SarsCov2, più contagiosa, sia dominante in Campania ancor più delle altre regioni italiane e come ci sia stato un aumento dei contagi del 30% anche nella fascia 0-19 anni.
Inoltre nei prossimi 30 giorni si teme un incremento del 50% dei ricoveri per Covid sia nei reparti di degenza che in quelli di terapia intensiva.
Da qui la decisione di ricovertire gli ospedali dando la priorità ai pazienti Covid, ma anche di rinviare a fine gennaio l'apertura delle scuole, dall'infanzia alle medie, oltre ad introdurre norme anti assembramento con divieto di vendita di alcolici dalle 22 alle 6.
Covid Italia, dati oggi 8 gennaio: nuovi boom. Aggiornamenti su contagi, ricoveri, morti

Bollettino Campania 8 gennaio




Il Governo ha annunciato di voler impugnare l'ordinanza per quanto riguarda la riapertura delle scuole. E  ci sono comitati e famiglie 'No Dad' che stanno raccogliendo firme e minacciano di diffide i presidi, chiedendo l'intervento del Governo contro la decisione presa dai vertici della Regione.
Covid Campania, genitori No Dad: vola petizione pro riapertura scuole; diffida ai presidi

Pompei: successo per vaccino con la calza della Befana, domani si replica

Superati oggi a Pompei (Napoli) i 250 vaccinati tra i bambini dai 5 agli 11 anni, dove sono giunte famiglie anche dai comuni vicini. Per questo, l'Asl e il Comune di Pompei hanno indetto per domani un altro open day vaccini, dalle ore 10 alle 14, nella stessa sede, il Primo Circolo Didattico di piazza Schettini. 
L'Asl Napoli 3 Sud ha ordinato altre dosi. Le somministrazioni supereranno le 400. 
"È stato un successo davvero inaspettato - ha spiegato la consigliera delegata all'istruzione, Pina Piedepalumbo, che ha curato l'organizzazione con la dirigente scolastica Carmen Guarracino -. I bambini vengono intrattenuti da animazione, clown e palloncini. Sono state distribuite calze della Befana e consegnati attestati di coraggio". 
"Tra tre settimane i bambini ritorneranno nella stessa location, per la seconda dose - annuncia il sindaco Lo Sapio - È fondamentale, per la loro serenità psicologica, ricevere la dose di richiamo nella stessa struttura".