Vaccinazione Covid 19
Vaccinazione Covid 19

Napoli, 31 ottobre 2021 – Resta alta la tensione in Campania, dove oggi si registrano 636 nuovi casi di Coronavirus, emersi dall'analisi di 22.925 test. Il virus non molla la presa, mantenendo alti i volumi dei contagi dopo i 629 positivi di ieri. Sono 4 i nuovi decessi registrati nel bollettino diffuso dall'Unità di crisi regionale.

Mentre in tutta Italia si alza l'attenzione negli ospedali e si riattivano le reti di monitoraggio, “in Campania i ricoveri sono ancori contenuti”, fa sapere Dario Manfellotto, presidente nazionale della Federazione delle Associazioni Dirigenti Ospedalieri Internisti (Fadoi), la principale Società scientifica della Medicina Interna che conta oltre 3mila medici internisti in tutta Italia, professionisti che stanno raccogliendo gli elementi sui possibili campanelli di allarme delle pandemia “pronti ad attivarsi”. E infatti sono 16 i pazienti Covid ricoverati nelle terapie intensive degli ospedali campani e 244 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza. Dati Covid oggi in Italia: il bollettino Coronavirus del 31 ottobre. Contagi dalle regione

Terza dose in arrivo per il personale sanitario scolastico

Un programma di vaccinazione della terza dose legato alla data in cui è stata somministrata la seconda, con attenzione particolare alla scadenza dei sei mesi dalla vaccinazione, soprattutto per chi fa lavori più esposti come, oltre agli operatori sanitari, il personale scolastico e poi le forze di polizia. È questa la tabella messa in campo dalla Regione Campania per i prossimi mesi. Dopo aver somministrato la terza vaccinazione alle Rsa e ai soggetti fragili, oltre agli anziani che si sono presentati ai centri vaccinali, ora i riflettori sono sul personale sanitario e poi sul personale scolasticoZona gialla, torna l'incubo. Il Covid rialza la testa: le regioni a rischio

Sono loro, infatti, ricordano dalla Regione, ad aver fatto la seconda dose a sei mesi di distanza da oggi e quindi sono chiamati alla terza somministrazione in un cronoprogramma caratterizzato proprio dalla distanza dalla seconda siringa. La Campania, fanno sapere dagli uffici di via Santa Lucia, ha avvisato la struttura del commissario Figliuolo dell'attenzione alla scadenza dei sei mesi. Una scadenza che nelle prossime settimane coinvolgerà anche altre categorie come le forze dell'ordine e i dipendenti della Regione.