Intervento di sanificazione anti Covid 19 in una scuola
Intervento di sanificazione anti Covid 19 in una scuola

Napoli, 30 nov. (Adnkronos) - E' stata firmata l'ordinanza con la quale il sindaco di Caserta Carlo Marino dispone la chiusura "fino a nuova disposizione del Dipartimento di prevenzione dell'Asl di Caserta" della scuola De Amicis nella quale sono stati segnalati casi attribuiti alla variante Omicron del Covid-19.
Omicron, Israele: tre dosi di Pfizer proteggono dalla variante. In Europa 44 casi

L'ordinanza dispone l'interruzione delle attività didattiche per l'intero istituto dell'infanzia e primaria ubicato in corso Giannone, della sede in via G.M. Bosco e delle aule temporaneamente utilizzate dallo stesso nel Centro Sant'Agostino "per consentire le operazioni di sanificazione dei plessi e per permettere le attività di prevenzione al competente Dipartimento di Prevenzione dell'Asl".  Il sindaco di Caserta ordina oltre "al dirigente del Settore Pubblica istruzione di disporre la sanificazione di tutti i plessi utilizzati dall'Istituto dell'infanzia e primaria De Amicis e di disporre la sanificazione straordinaria di tutte le scuole di competenza comunale nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 dicembre". 
La scuola De Amicis è frequentata dal figlio del professionista casertano considerato il "paziente zero" positivo alla variante Omicron in Italia; ieri sono risultati positivi alla variante la moglie e i due figli dell'uomo, oggi si è avuta la notizia della positività al Covid 19 di tre alunni e un docente supplente.
Variante Omicron, paziente 0: tre positivi nella classe della scuola dei figli

Tutti gli studenti dell'istituto in Dad

La dirigente scolastica dell'istituto di Caserta dove sono stati rilevati dei casi di positività alla variante Omicron, prendendo atto di una nota dell'Asl casertana, ha disposto oggi la sospensione delle attività didattiche in presenza in tutti i plessi dell'istituto (scuola dell'infanzia, primaria e secondaria). La direttiva resta in vigore "fino a nuove disposizioni". La chiusura dei plessi è stata disposta con l'obiettivo di "consentire disinfezione e sanificazione straordinarie dei locali". Riattivata la didattica a distanza secondo l'orario osservato in presenza. 
Choc Omicron, cosa succede adesso nel mondo? Le reazioni dei Paesi e le contromosse

La decisione dopo gli altri 5 contagi

"Ci sono altri cinque contagi. Dal tracciamento fatto partendo dal paziente zero abbiamo trovato altri tre alunni nelle scuole frequentate dai due bambini positivi, la badante e un dipendente del personale scolastico". Lo ha confermato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che ha reso noto quanto emerso dallo screening disposto dall'Asl di Caserta a seguito della positività alla variante Omicron del manager campano rientrato dal Mozambico, della moglie e dei loro due figli. 

De Luca: "Come un film, ormai variante pienamente diffusa"

"Ormai ci siamo, sto rivedendo il film di due anni fa quando trovammo il primo paziente positivo in un comune del Cilento e sembrava fosse un caso isolato. Ormai la variante è pienamente diffusa" - ha dichiarato il Governatore. 
Variante Omicron, il presidente della Fed: rischi per l'economia e il mercato del lavoro
"Nessuna angoscia - aggiunge De Luca - ma grandissima prudenza, altrimenti si chiude tutto. Ormai l'onda del contagio è pienamente partita, quindi davvero non abbiamo neanche un minuto da perdere".  
Per il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca "è indispensabile far partire la campagna di vaccinazione anche per i bambini da 5 a 11 anni".


Il bollettino Covid della Campania di oggi: 5 decessi quasi 17 mila in isolamento

Mentre resta alta l'attenzione sui primi casi di questa nuova variante africana altamente contagiosa sono in calo, invece, in base al bollettino diramato oggi dalla Regione, i nuovi positivi registrati in Campania: 886 casi su 35.331 test effettuati. Resta elevato però il numero delle persone in quarantena nella regione: 16.891 (+102) che porta il totale da inizio pandemia a 490.659.
Covid Campania, 29 novembre: 820 positivi, 11 vittime e meno test, incidenza oltre 5%

Cinque i decessi, di cui 4 nelle ultime 48 ore e uno deceduto in precedenza ma registrato ieri che porta il totale dei campani morti per il Covid 19 a 8.229.
Nel report sono indicati 23 ricoverati nelle terapie intensive e 321 degenti nei reparti Covid dedicati. 



I contagi nelle province della Campania

A Napoli i contagiati in un giorno sono 418. Segue, per numero di nuovi casi, la provincia di Salerno, con 193. Quindi Caserta con 171, Avellino con 60 e infine Benevento con 38 casi.