Sono 871 i nuovi positivi al covid-19 registrati oggi in Campania su 30.583 test effettuat
Sono 871 i nuovi positivi al covid-19 registrati oggi in Campania su 30.583 test effettuat

Napoli, 17 novembre 2021 - Sono 871 (+196) i nuovi positivi al Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore Campania su 30.583 test effettuati: 675 i casi di ieri 16 novembre 2021 a fronte di 33.914 test effettuati. Torna a salire l’indice di contagio che ieri era pari all'1,99%, oggi è 2,84%. Lo comunica l'Unità di crisi della Regione Campania che, nel bollettino ordinario quotidiano, segnala anche 7 decessi nelle ultime 48 ore e 3 avvenuti in precedenza ma registrati soltanto ieri con un incremento di 10 unità che porta il numero totale dei decessi da inizio emergenza sanitaria a 8154. Sono 12796 gli attuali positivi nella regione. Negli ospedali la situazione è invariata nelle terapie intensive dove sono 21 posti letto occupati; calano a 297 i ricoveri in degenza (-5 rispetto a ieri).

Il bollettino dalle province

Il maggior numero dei contagi continuano ad essere nell’area della Città metropolitana di Napoli, con 463 nuovi casi che portano a 283.706 il totale dei casi che si sono verificati negli ultimi 21 mesi. La seconda città, per numero di contagi, è Salerno con 169 nuovi casi e un bilancio dei contagiati dal virus di 76.782 persone da inizio pandemia. A Caserta sono 166 le persone risultate positive nelle ultime ore, che portano il conteggio totale dei casi riscontrati finora in tutta la provincia a 73.226 unità. Subito dopo, nella classifica dei contagi per provincia, compare Avellino con 27 casi e 22.266 contagiati dall’inizio della pandemia. In ultima posizione c’è Benevento con 33 nuovi contagi e un conto complessivo dei malati e dei guariti di 14.171 persone.

Covid Campania, 16 novembre: 675 casi, 4 decessi. "Terze dosi aperte a tutti"

De Luca e il lockdown per i no vax

"Lockdown per non vaccinati? Sarebbe il minimo, per quello che mi riguarda" ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a margine della presentazione delle novità in materia di Genio civile e Lavori Pubblici relative al programma "Burocrazia Zero" della Regione.  "Cominciamo a capire qual è la ricaduta negativa degli atteggiamenti di irresponsabilità che abbiamo riconosciuto in queste settimane - ha aggiunto De Luca - l'irresponsabilità di chi finge per scambiare per libertà democratica quella che nei Paesi civili si chiama irresponsabilità. Mi auguro che tutti quanti, di fronte a questa quarta ondata, capiscano che il dovere di tutelare la salute dei cittadini appartiene a tutti. Mi pare evidente chi non si vaccina non può avere gli stessi diritti di chi si è vaccinato e ha dato prova di senso di responsabilità".

Regione Liguria, Toti: "Chiederemo restrizioni solo per i non vaccinati"

Terza dose per tutti

"In Campania siamo già partiti con le terze dosi a tutti i nostri cittadini che hanno fatto le altre somministrazioni da 6 mesi, abbiamo deciso di non aspettare l'inizio di dicembre" ha proseguito il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che ieri 16 novembre 2021 ha annunciato la possibilità di sottoporsi alla terza dose di vaccino anti Covid-19 da subito e per tutte le fasce d'età. "Abbiamo una situazione articolata - ha aggiunto De Luca - la priorità assoluta è il personale sanitario e il personale scolastico. Se vogliamo evitare di chiudere tra tre settimane le scuole dobbiamo vaccinare tutto il personale scolastico. Poi abbiamo deciso di non aspettare l'inizio di dicembre: chi ha fatto da 6 mesi l'ultima somministrazione può andare senza prenotazione a farsi la terza dose nelle strutture delle Asl. Dobbiamo correre, quando parliamo di contagio i tempi non sono indifferenti. Un mese prima o un mese dopo può significare salvare l'economia di un territorio o dover chiudere tutto".