Catello Maresca
Catello Maresca

Napoli, 2 luglio - Matteo Salvini auspica che per il centrodestra a Napoli "il candidato sarà Maresca". "Con lui non abbiamo parlato di simboli ma di Bagnoli, di lavoro, di lotta alla camorra. A me interessa vincere. Sarebbe un bel segnale dopo 30 anni di chiacchiere", ha aggiunto il leader della Lega ai microfoni di Radio 24 parlando della candidatura del magistrato Catello Maresca, in aspettativa fino alle elezioni di questo autunno.
Salvini ieri sera, al termine di una vista nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, sull'argomento aveva anche dichiarato che " non è ancora stato programmato un nuovo tavolo dei leader di centrodestra sulle comunali".

Maresca 'cavallo di Troia' della Lega a Napoli

Non sono mancate le reazioni politiche. "Salvini ha espresso l'appoggio della Lega a Maresca e quindi altro che candidato civico, Maresca è l'uomo di Salvini a Napoli, è il cavallo di Troia per far entrare la Lega nell'amministrazione della nostra città, quella Lega che in Parlamento e nel Paese fa prevalentemente, e da sempre, gli interessi del Nord, che da anni riserva al Sud solo pregiudizi e analisi superficiali, che lavora sottotraccia per un'autonomia territoriale che creerebbe disuguaglianze ancora più forti - commenta il deputato del Movimento 5 stelle Alessandro Amitran -. Maresca, naturalmente, può candidarsi con chi vuole, ma almeno risparmi ai napoletani l'ipocrisia".