Il candidato sindaco di Napoli Gaetano Manfredi
Il candidato sindaco di Napoli Gaetano Manfredi

Napoli, 3 giugno 2021 - Tutti uniti sotto il nome di Manfredi come candidato del centrosinistra a sindaco di Napoli. Non solo Movimento 5 Stelle e Partito Democratico: sull’ex ministro dell’Università del Conte bis convergono anche gli altri partiti dell’area di centrosinistra, da Articolo 1 a Italia Viva e Moderati.

Sono state tutte positive le dichiarazioni dei leader locali dopo l’incontro avvenuto ieri sera alla Stazione Marittima di Napoli tra Gaetano Manfredi e le forze politiche e civiche che intendono sostenere la sua candidatura al Comune partenopeo: “un’occasione storica”, “un discorso molto positivo”, “la rinascita delle città”, alcuni dei commenti a margine.

Il discorso di Manfredi

Del resto era proprio questo l’obiettivo dell’ex rettore dell’Università Federico II di Napoli quando ha incontrato le varie liste: "Bisogna chiudere la stagione dei conflitti" pensando ad un ente guidato da amministratori che siano "inclusivi e vicini agli ultimi”, ha esordito Manfredi. E la coalizione giusta, secondo l’ex ministro è proprio quella di centrosinistra perché in sintonia con le istituzioni della Regione Campania, guidata dal Partito democratico, e il governo nazionale, dove siedono sia Pd sia M5S.

Nell’incontro, a porte chiuse, Manfredi ha poi lanciato un appello ad “accogliere nelle nostre liste le forze migliori della città”, sostenendo che le liste non "servono a far eleggere una persona ma un'area politica” e, anzi, l’impegno deve essere quello "di intercettare tutte le sensibilità vicine alle nostre”.

L’accoglienza positiva di Manfredi

Appello che, almeno dalle dichiarazioni iniziali, sembra essere stato accolto dalle varie liste. Se era scontato per Movimento 5 Stelle e Partito Democratico, che con il cosiddetto Patto di Posillipo avevano scelto di convergere sul nome di Manfredi, l’area a sostegno dell’ex ministro va dalla sinistra di Articolo 1 alle posizioni più moderate di Italia Viva.

"Il discorso di Gaetano Manfredi soddisfa in pieno le richieste fatte da Italia Viva che lo giudica, per questo motivo, assolutamente in linea con le nostre aspettative”, ha commentato Graziella Pagano, la coordinatrice di Italia Viva Comune di Napoli.

“Parole di grande serietà per definire le prospettive future di una moderna città, solidale e inclusiva”, secondo il coordinatore cittadino di Articolo 1, Francesco Dinacci

M5S e PD puntano sul Recovery plan

È stato lo stesso Manfredi a sostenere che “negli ultimi cinque anni la città è cresciuta pochissimo”, ma che ci saranno “risorse importanti che possono essere portate su Napoli”. Il riferimento è ai fondi del Pnnr e alla proposta di una legge per risolvere il problema dei conti disastrati del Comune. Una frase che cementa il Patto per Napoli tra i due principali partiti dell’area di centrosinistra, Pd e M5S

"Da un lato - fa eco alle dichiarazioni di Manfredi il segretario Pd di Napoli e Provincia, Marco Sarracino - grazie al Patto per Napoli potremo affrontare la vicenda del debito comunale, dall'altro le risorse del Recovery potranno permetterci di costruire una città più giusta, più moderna ed europea". Insomma, “la Napoli del Recovery”, come sostengono in una nota i parlamentari M5s Alessandro Amitrano e Gilda Sportiello, e la capogruppo regionale Valeria Ciarambino.