Napoli, 5 ottobre 2021 – “È stato un grande onore, un grande privilegio, una grande fatica, ma oggi voglio ringraziare soprattutto i napoletani. Grazie a tutte e a tutti, questo è l'ultimo saluto da Palazzo San Giacomo”. Con queste parole il sindaco uscente Luigi de Magistris saluta Napoli, la città che ha governato per dieci anni con l’appoggio di un centrosinistra di impegno civico. Lascia il municipio dopo due mandati e una doppia delusione: la sconfitta della sua delfina, Alessanda Clemente, e il risultato della Calabria che lo vede sconfitto nella corsa alla presidenza, con 128.204 voti e solo il 16,17%. Una disfatta che brucia. “Non abbiamo raccolto come auspicavo, la Calabria evidentemente non è ancora pronta per passare dal ricatto al riscatto, ma comunque una luce l'abbiamo accesa e non ci fermeremo mai", commenta così i risultati calabresi.

A Napoli, invece, l’ex assessora Clemente (Clemente Sindaco, Potere al Popolo, Napoli Ventitrenta) con i 19.338 voti e il 5,58% dei consensi, non raccoglie gli elettori di de Magistris e si vede relegata nell’angolo con un solo seggio in consiglio comunale, quasi a parimerito con Antonio Bassolino (Azione con Carlo Calenda, Bassolino per Napoli, Con Napoli Bassolino sindaco, Napoli è Napoli, Partito Gay Lgbt+) che la supera con 24.451 voti validi e l’8,20% anche se entra da solo in consiglio.

De Magistris, l’emozione e i ricordi

In attesa che la vittoria di Gaetano Manfredi venga ufficializzata, de Magistris ripercorre in un videoemssaggio gli anni più duri. “È l'ultimo saluto da qui, in questo ufficio da sindaco di Napoli, il più longevo dal 1806 - ha detto l'ex pm -. Non dimenticherò mai gli sguardi, le sofferenze, le lacrime, i sorrisi di gioia, gli abbracci, le critiche, i bambini, gli eventi internazionali, i concerti, i funerali, i matrimoni, i vicoli, le strade, le piazze, le autorità internazionali, le grandi star, le grandi mostre, ma soprattutto il popolo che è stato la mia forza e, qualche volta, il mio partito, il che non è populismo". E continua: “Con emozione ho vissuto il privilegio di fare il sindaco nella città più bella del mondo, la città dove sono nato". De Magistris ha poi concluso: "Voglio ringraziare tutte le compagne e i compagni di viaggio, gli assessori, i consiglieri comunali, i collaboratori di staff, il personale, i dipendenti del Comune, delle Municipalità, della Città metropolitana, di tutte le aziende del Comune e della Città metropolitana. In questo momento non ho nessun pensiero di chi si è comportato male, ma solo bei pensieri, bei ricordi e quell'emozione necessaria".

Clemente: "Il nostro è un risultato importante"

"Il nostro è un risultato importante, una base solida da cui ripartire. Ma dobbiamo partire anche da una critica e una autocritica sana delle cose che non sono andate". Lo dice la candidata sindaca di Napoli Alessandra Clemente, commentando l'esito delle consultazioni elettorali. "Ora dobbiamo andare oltre - assicura l'ex assessora -, ci impegniamo a portare avanti questo progetto e lo faremo grazie alla forza del consiglio comunale e dei consigli municipali dove i nostri punti del programma e i nostri impegni continueranno ad andare avanti con ancora maggiore impegno, determinazione e passione per questa città. Noi ci siamo e ci saremo, lo abbiamo promesso e continueremo a farlo nel modo migliore per la nostra Napoli".

Il consiglio comunale: i primi seggi assegnati

Sono 37 i seggi finora assegnati ufficialmente in consiglio comunale a Napoli dalla Prefettura. Sono 28 quelli che vanno alla coalizione di centrosinistra guidata dal neo sindaco Gaetano Manfredi, di cui 6 al Pd, 5 alla lista Manfredi Sindaco, 5 al “Movimento 5 Stelle”, 2 ad Azzurri per Napoli, 2 alla lista Campani per la Città, 2 a Napoli Libera, 2 a Napoli Solidale, 1 ad Adesso Napoli, 1 a Europa Verde, 1 al Centro Democratico, 1 ai Moderati. Al centrodestra di Catello Maresca vanno 7 seggi: oltre al seggio che spetta di diritto al candidato sindaco, sono stati assegnati 3 seggi a Forza Italia, 1 a Essere Napoli, 1 a Napoli Capitale-Il Popolo della Famiglia-Lega Sud-Società e Famiglia, 1 a Cambiamo! Un seggio a testa per le liste Bassolino per Napoli e Clemente Sindaco. Risultati elezioni Napoli 2021: Manfredi nuovo sindaco. I voti lista per lista