Seggi elettorali
Seggi elettorali

Napoli, 5 ottobre 2021 – Nove donne su 40 consiglieri eletti. La nuova formazione del coniglio comunale è quasi tutta al maschile, escluse le donne, penalizzate dalle preferenze. Non inizia sotto il segno positivo il nuovo corso della politica napoletana, ora il riequilibrio di genere è nelle mani del nuovo sindaco Gaetano Manfredi, che potrebbe aggiustare il tiro con la composizione della giunta, nominando assessore con deleghe di peso.

Alla prima seduta del consiglio, attesa fra una settimana, tra i banchi delle forze politiche siederanno soltanto 9 donne su 40 consiglieri, escluso il sindaco. Questo l'esito della tornata elettorale che si è conclusa ieri sera con la vittoria al primo turno del sindaco Manfredi, sostenuto dal centrosinistra e dal M5s. Cinque le donne elette tra le fila della maggioranza (ottiene 28 seggi in tutto) e tre tra le forze di opposizione (ferma a 12 consiglieri). Tra le fila del centrosinistra, 2 donne sono state elette nella lista del Pd, la capolista Enza Amato e Maria Grazia Vitelli, altre 2 siederanno nei banchi del M5s, e sono Flavia Sorrentino e Fiorella Saggese, e un'eletta nella lista Azzurri per Napoli, Annamaria Maisto, espressione di Italia Viva. Nessuna donna è stata eletta nella civica di diretta emanazione del sindaco Manfredi. Le donne all'opposizione sono state elette nello schieramento di
centrodestra e sono una in Forza Italia, Iris Savastano, una in Essere Napoli ed è Maria Rosaria Borrelli e la terza in Napoli Capitale, Bianca Maria D'Angelo. A loro si aggiunge la candidata sindaco Alessandra Clemente, che entra in consiglio con il 5,58%. Nessuna eletta nelle liste a sostegno di Antonio Bassolino.

Iniziate le manovre per definire la giunta: i partiti alle prese con i “bilancini” elettorali

Una settimana per la proclamazione, due per mettere a punto la nuova giunta comunale. È la “road map” del neo sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, atteso alla prova della formazione della squadra di governo che lo accompagnerà nei prossimi cinque anni alla guida del comune partenopeo. “Penso che in un paio di settimane avremo la giunta – ipotizza Manfredi - compatibilmente con i tempi tecnici necessari”. L'ex rettore si è detto molto soddisfatto del risultato della sua lista: “Sono molto contento - commenta - è veramente molto importante, un mandato forte che mi danno i cittadini. Questo mi conferma la mia intenzione: decidere per il bene della città. I primi 100 giorni saranno duri, dobbiamo riaprire il comune che è un po' impolverato”.  Risultati elezioni Napoli 2021: Manfredi nuovo sindaco. I voti lista per lista

Rimane l’incognita Bassolino, rientrato sulla scena politica con un solo seggio, il suo, e l’8,20% dei consensi. C'è chi lo vede alla guida del nuovo consiglio comunale. Manfredi non sembra aprire più di tanto: “Si valuterà - risponde - ma abbiamo la maggioranza, dobbiamo partire da quella”. Quanto alla giunta precisa: “Nessuno si è proposto, ma tutti mi hanno dato la disponibilità a dare una mano a Napoli. Chi farà l'assessore avrà un privilegio, ma anche un grande onere. Chi non farà l'assessore farà parte della squadra e dovrà dare una mano a questa città che ha bisogno di tutti”.