12 feb 2022

Cimitero delle Fontanelle, quartiere in rivolta: "Riaprirlo è un atto d'amore per Napoli"

Lunedì mattina, alle 11, mobilitazione al rione Sanità per chiedere la riapertura dello storico ossario, un sito unico al mondo che richiamava mille turisti al giorno

featured image
L'ossario delle Fontanelle

Napoli, 12 febbraio 2022 – I giovani napoletani scendono in piazza con un appello per per riaprire il Cimitero delle Fontanelle, un sito unico al mondo per storia e rilevanza culturale. Luogo simbolo del quartiere Sanità, lo storico ossario è chiuso al pubblico da quasi due anni: prima per l'emergenza sanitaria e poi per sopraggiunti problemi strutturali. È per questo motivo che lunedì mattina, alle 11, l'associazione “Giovani del quartiere per il quartiere” si incontreranno nella piccola piazza antistante l'ingresso del cimitero, lanciando una manifestazione per sensibilizzare circa la riapertura del bene.

Approfondisci:

Crollo cimitero Poggioreale, i parenti dei defunti: "Sembra un film dell'orrore"

"Riaprire il Cimitero delle Fontanelle è un atto di amore nei confronti di Napoli, dei napoletani e delle decine di migliaia di turisti che ogni anno affollano questo sito unico nel suo genere". Sono le parole della consigliera comunale Alessandra Clemente, che lunedì aprirà la manifestazione in programma. Per la consigliera, "bisogna intervenire subito affinché il cimitero torni a ospitare tante persone, così da poter dare nuovamente linfa a una zona della città che oggi vive un momento di grande difficoltà, anche a causa della chiusura dell'ossario".

Mille visitatori al giorno, bloccata l'economia del rione

Tra i promotori del sit-in anche le guide turistiche di Napoli, in crisi per la chiusura di un sito che ogni anno accoglieva milioni di turisti. Nei periodi di alta stagione, l’ossario delle Fontanelle accoglieva oltre mille visitatori al giorno che generavano un importante indotto economico per gli abitanti della Sanità: per questo le associazioni, il mondo della politica e i cittadini chiedono a gran voce la riapertura del sito.

Approfondisci:

Procida, la Capitale della Cultura 2022 diventa green. Monitoraggio dell'aria al via

"Napoli – continua Alessandra Clemente – è una città che vive di turismo e la ripartenza dopo il Covid passa anche da questo settore. Tenere aperti i luoghi dell'arte e della cultura cittadina è un presupposto fondamentale per il rafforzamento della città, della sua economia e della sua identità". Al presidio parteciperanno Susy Martire, presidente di "Guide turistiche Campania", Lucia Visone Perez dell'Associazione Napoli 2030 e Irene Spasiano, coordinatrice di “Giovani del quartiere per il quartiere”, organizzazione formata da ragazzi che si occuperanno di presentare ai partecipanti aneddoti riguardanti l'ossario delle Fontanelle.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?