Webuild cerca 100 giovani ingegneri del Sud
Webuild cerca 100 giovani ingegneri del Sud

Napoli, 6 giugno 2021 – Parte l'alta velocità, Webuild apre la caccia a 100 giovani ingegneri del Sud. “Lanciamo un programma per 100 giovani ingegneri del Sud che vogliamo impiegare con noi nel mondo, ma anche e soprattutto proprio qui nel Sud perché contribuiscano allo sviluppo della loro regione".

È l'impegno lanciato a Napoli da Pietro Salini, amministratore delegato dell'azienda Webuild, ex Salini Impregilo, durante la presentazione dei cantieri dell'ata velocità avvenuta in Regione, alla presenza del governatore Vincenzo De Luca, dell'amministratrice delegata e direttrice Generale del cliente Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) Vera Fiorani e del commissario della Napoli-Bari, Roberto Pagone.

“Il Sud Italia ci sta molto a cuore – ha sottolineato Salini - è un'area con una forte carenza di lavoro, di infrastrutture: un'area che ha bisogno immediatamente di un piano di crescita. Vogliamo metterci a disposizione di queste regioni e realizzare anche qui opere in modo onesto e trasparente, perché i ragazzi e le famiglie possano avere un futuro”.

La nuova linea ferroviaria

La tratta Napoli-Bari punta a diventare un asse strategico per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel Sud Italia, con tempi di percorrenza quasi dimezzati tra Napoli e Bari, collegate in sole due ore, e permetterà inoltre di avvicinare Nord e Sud, con la previsione di un viaggio da Milano a Bari in sei ore.

"Siamo qui a Napoli per collaborare con le istituzioni - ha aggiunto Salini - per riuscire ad accelerare la realizzazione di grandi opere sostenibili nel Sud Italia, come abbiamo fatto a Genova dove, sotto gli occhi di tutti, abbiamo dimostrato che le infrastrutture si possono fare bene e in modo trasparente e condiviso”.

È questo il programma di Webuild, secondo l'amministratore delegato: “Fare e in fretta per contribuire alla realizzazione delle opere previste nel Pnrr e delle tante altre infrastrutture che non sono comprese nel piano, ma possono partire a breve rappresentando la risposta alle necessitaà di queste regioni: collegamenti stradali, metro, lavori idrici”.

Il progetto

Nel progetto rientra la costruzione di tre gallerie naturali e quattro viadotti in un contesto molto complesso dal punto di vista paesaggistico. L'alta velocità ferroviaria Napoli-Bari è un'operazione che lancia il re-branding dell'ex Impregilo, ora Webuild.

“Lavoriamo insieme alla Pubblica Amministrazione, dalla stessa parte del tavolo, portando anche nel Sud lo stesso afflato e lo stesso spirito che abbiamo dimostrato per la ricostruzione del Ponte di Genova. Non un insieme di regole o di deroghe alle norme, ma la volontà di applicare le norme e la voglia di fare insieme, tutti i giorni, senza paura".