4 mag 2022

Napoli, pronto soccorso del Cardarelli troppo affollato: si dimettono in blocco 25 medici

Protocollato il preavviso: atto di protesta per denunciare la grave situazione nell'ospedale più grande del Mezzogiorno. Ciambrino (M5S): "Non è la metropolitana di Kiew"

Ciambrino (M5S): "Non è la metropolitana di Kiew" (Foto Facebook)
Ciambrino (M5S): "Non è la metropolitana di Kiew" (foto Facebook)

Napoli, 4 maggi 2022  - Non possono più garantire l'assistenza adeguata ai pazienti e così i 25 medici in servizio nel pronto soccorso dell'ospedale "Cardarelli" di Napoli hanno protocollato questa mattina una lettera di preavviso di dimissioni.  Un atto di protesta per denunciare la grave situazione in cui versa il reparto di urgenza dell'ospedale più grande del Mezzogiorno. Nella lettera i medici sottolineano la grave situazione di sovraffollamento, dove i pazienti sono costretti ad aspettare ore prima di poter essere visitati. Nei giorni scorsi si sono registrati anche 170 accessi al pronto soccorso, con i malati sistemati su barelle senza il giusto distanziamento e senza il rispetto della privacy.  Boom di accessi  "Il loro - conferma Pino Visone, delegato aziendale Cardarelli della Fp-Cgil - è stato un atto di dignità compiuto da medici che non sono più in grado di svolgere il loro ruolo. Le dimissioni vengono tutte da medici del pronto soccorso del Cardarelli, già decimato dalle fughe. Almeno 80 medici sono andati via dal pronto soccorso del Cardarelli in pochissimi anni. E gli altri pronti soccorso della città sono tutti depotenziati o chiusi". Quella della Fp Cgil è un'azione provocatoria, che nasce con l'intento di accendere i riflettori su una situazione di difficoltà che si trascina da tempo. "I medici - ha spiegato il delegato aziendale della Fp-Cgil - non sono più in grado di garantire lo svolgimento del lavoro per il quale sono stati assunti". Per risolvere le criticità, la direzione strategica ha annunciato azioni per favorire il trasferimento di pazienti verso altre strutture del territorio. "Siamo consapevoli del grande impegno dell'azienda, però spostare i pazienti stasera - ha commentato Visone - non risolve il problema. Li spostiamo stasera, e domani?". La direzione: "Attivato ogni possibile provvedimento" La Direzione strategica dell'Azienda ospedaliera "Antonio Cardarelli" di Napoli, in merito ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?