Ambulanza del 118
Ambulanza del 118

Napoli, 24 ottobre 2021 – Il cadavere di un pluripregiudicato abbandonato per strada, scattano le indagini per omicidio. Prima lo hanno picchiato, poi gli hanno fracassato la testa e chiuso bel bagagliaio di un'auto. È stato ritrovato questa notte vicino a un campo rom il corpo senza vita di Bruno Radosavljevic, un 34enne di etnia rom e nazionalità serba, con la fedina penale macchiata da diversi reati. Qualcuno lo ha abbandonato lungo la via Vicinale Detta Melitiello, al confine tra i comuni di Melito e Casandrino. A trovarlo, intorno alle 2 di stanotte sono stati i soccorritori del 118, arrivati sul posto in ambulanza per la segnalazione di un uomo ferito. Sul momento, i sanitari non hanno trovato nessuno. Subito dopo, però, hanno trovato il corpo senza vita del 34enne nel bagagliaio di un’automobile, ferma davanti al campo rom.

I sanitari hanno trasportato in ambulanza il corpo all'Ospedale del Mare, dove sono state riscontrate una ferita lacero contusa alla testa e una sospetta frattura del braccio destro. Il pm ha disposto il sequestro della salma. La moglie dell'uomo - sentita dagli agenti della polizia di Stato, che nel frattempo erano intervenuti all'Ospedale del Mare - ha raccontato che il marito era uscito nel pomeriggio per incontrare degli amici. Indagini a tutto campo da parte della polizia. Secondo quanto riferisce il sindacalista napoletano Giuseppe Alviti, leader dell' associazione delle guardie particolari giurate e responsabile del dipartimento Sicurezza e Legalità di Forza Italia, prima nel campo rom, e poi nei pressi dell'ospedale, sarebbe scattata una rivolta da parte di amici e parenti per costringere i sanitari a trasportare il corpo in ospedale. “Napoli - afferma Alviti - dispiace dirlo deve essere militarizzata onde garantire sicurezza e serenità alla cittadinanza e soprattutto a chi si rivolge nei pronto soccorso”. Roma, spari contro auto nella notte a Tor Bella Monica, salvi i quattro a bordo - Napoli, omicidio a Lettere: ucciso ex maresciallo della Finanza, oscuro il movente