25 gen 2022

Covid Campania, bollettino oggi 25 gennaio: 16mila nuovi casi su 110 mila test, 38 i morti

Sono ripartite le visite specialistiche ambulatoriali. Torna a febbraio Nauticsud, il salone internazionale dedicato alla filiera nautica

Napoli, 25 gennaio 2022 – Dopo il fine settimana con un bollettino dei contagi che scende sotto i 6mila casi (qui i dati di ieri 24 gennaio) tornano a salire i nuovi casi e i ricoveri. Il tasso di incidenza risale al 14,8% (ieri 12,91). La Campania fa registrare oggi 16.380 casi di positività al Covid-19, rilevati a fronte di 110.674 test processati (81.961 antigenici e 28.713 molecolari). In 12.793 sono risultati positivi all'antigenico, mentre 3.587 persone sono risultate positive al tampone molecolare.

Covid Campania, i dati del 25 gennaio 2022
Covid Campania, i dati del 25 gennaio 2022
Approfondisci:

Covid Italia oggi: contagi in risalita. Bollettino con tutti i dati sul Coronavirus

A comunicarlo è l'Unità di crisi della Regione, precisando che i dati tengono conto dell'aggiornamento sulle misure di quarantena e isolamento del ministero della Salute. Sono 38 i deceduti, 20 morti nelle ultime 48 ore e 18 deceduti in precedenza ma registrati ieri. In lieve incremento l'occupazione dei posti letto, che sono 102 nelle intensive (+2) e 1.394 in degenza (+3).

Approfondisci:

Le nuove regole Covid per i viaggi in Europa. Green pass, stretta sui tamponi

La situazione nelle province

Il maggior numero dei contagi continuano ad essere nell’area della Città metropolitana di Napoli, con 9.655 nuovi positivi che portano a 572.287 il totale dei casi che si sono verificati negli ultimi due anni. La seconda città, per numero di contagi, è ancora Salerno con 3.050 persone contagiate nelle ultime ore, che portano il conteggio totale dei casi riscontrati finora in tutta la provincia a 155.169 unità.

A Caserta ci sono altri 2.227 casi e un bilancio dei contagiati dal virus di 142.051 persone, dal febbraio 2020 ad oggi. Subito dopo, nella lista dei contagi registrati oggi per provincia, compare Avellino con 690 nuovi contagi e un conto complessivo dei malati e dei guariti di 44.676 persone contagiate in due anni. Benevento ha invece registrato 636 nuovi positivi, per un totale di 29.937 casi in tutto.

Ripartono le visite specialistiche

Negli ospedali e nelle aziende sanitarie della Campania sono riprese da ieri 24 gennaio tutte le attività di specialistica ambulatoriale. “Con un nota inviata oggi a tutte le direzioni delle Aziende sanitarie e delle Aziende ospedaliere ha disposto il ripristino di tutte le attività di specialistica ambulatoriale del Servizio sanitario regionale, dando mandato agli stessi direttori generali di adottare ogni misura utile a prevenire la diffusione del contagio”, spiega l'Unità di crisi della Regione sull'emergenza covid. La decisione, è stata presa per l'avvio del calo dei contagi di covid in Campania e per dare una risposta pubblica al bisogno di cure di parte della popolazione non affetta dal covid.

Torna dal 12 al 20 febbraio Nauticsud

"Come è noto, causa Covid, l'edizione dello scorso anno non si è svolta ma la nautica ha proseguito la sua costante crescita sia in termini di produzione sia in termini di fatturato e la nostra regione, la Campania, risulta ai vertici della classifica nazionale. Proprio per questo, nonostante le numerose difficoltà organizzative, riteniamo che questo salone debba rappresentare le realtà aziendali italiane e valorizzare ulteriormente la produzione nostrana". Così, in una nota, il presidente dell'Associazione filiera italiana della nautica, Gennaro Amato, nell'annunciare la 48esima edizione del Nauticsud, il salone internazionale dedicato alla filiera nautica, dalle imbarcazioni ai motori, dall'oggettistica agli accessori e servizi, dal 12 al 20 febbraio alla Mostra d'Oltremare di Napoli, organizzato proprio dall'Afina in collaborazione con l'ente fieristico partenopeo.

Il Nauticsud 2022, sostanzialmente, sarà leggermente ridotto non potendo usufruire del padiglione 1 e una piccola parte del padiglione 2, spazi destinati all'hub vaccinale partenopeo. "Abbiamo trovato la soluzione giusta, gli sforzi fatti - conferma la consigliera delegata di MdO, Maria Caputo -, sono tesi a non perdere l'occasione di riaprire il quartiere fieristico. Inoltre, anche in riferimento ai dati positivi del comparto, gli impegni messi in campo sono tesi a salvaguardare questa 48esima edizione importante sia per Afina sia per Mostra d'Oltremare che, come per ogni altra fiera del nostro calendario, ha cercato di attivare trovando soluzioni ideali". "Il riposizionamento degli spazi espositivi occupati dal centro vaccinale, interni ed esterni, ci ha consentito di rinnovare il progetto del salone nautico - spiega Amato -, ridisegnando il percorso espositivo con doppio ingresso e rivalutando l'esposizione all'aperto rendendola più fruibile e ampia".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?