Una delle Ferrari al corteo che ha bloccato Arzano (fonte: Facebook Sandro Ruotolo)
Una delle Ferrari al corteo che ha bloccato Arzano (fonte: Facebook Sandro Ruotolo)

Napoli, 13 giugno 2021 – Stanno indagando i carabinieri su quanto accaduto domenica scorsa ad Arzano, comune dell’hinterland di Napoli, dove un corteo di Ferrari e Lamborghini ha bloccato il traffico del centro cittadino per festeggiare una prima comunione.

La denuncia di Ruotolo e Mancuso

I militari, secondo quanto si apprende, hanno già inviato un’informativa alla Direzione distrettuale antimafia, in quanto alla guida di una Ferrari ci sarebbe stato anche un uomo agli arresti domiciliari, il quale avrebbe usufruito di un permesso proprio per partecipare alla cerimonia.

A bordo di un altro veicolo di lusso che ha preso parte al corteo, invece, ci sarebbe stato un esponente della malavita locale. I primi a denunciare i fatti erano stati il senatore Sandro Ruotolo e il presidente del Partito Democratico metropolitano di Napoli, Paolo Mancuso. Le indagini dei carabinieri mirano ora a chiarire ogni aspetto della vicenda.