12 mag 2022

Armi e droga a Napoli: scoperto un fortino interrato sui Monti Lattari

I carabinieri hanno trovato un arsenale di armi rubate nascosto tra la vegetazione e un bidone con droga imballata in atmosfera protetta

(DIRE) Napoli, 12 mag. - Un arsenale per uccidere e 18 chili di droga. Tutto interrato in due bidoni di plastica, all'ombra della vegetazione dei Monti Lattari. I carabinieri hanno sequestrato a Gragnano (Napoli) un mitragliatore con silenziatore, tre pistole calibro 9 (una con matricola punzonata e una risultata provento di un furto commesso nel 2017 in un comando di polizia municipale in provincia di Torino) e 65 di proiettili dello stesso calibro. Ancora, 18 buste con circa 18 chili di marijuana gi
Il sequestro dei carabinieri di Gragnano

Napoli, 12 maggio 2022 – Armi e proiettili per uccidere e 18 chili di droga pronta per essere smerciata sul mercato illegale del Napoletano. Il tutto nascosto in due bidoni di plastica, interrati all'ombra della vegetazione dei Monti Lattari: in un luogo inospitale, quasi impossibile da individuare. Sono stati i carabinieri di Gragnano a trovate l’arsenale e il deposito di stupefacente, con 18 buste di marijuana già essiccata e pronta per la vendita al dettaglio.

Uno dei bidoni trovati sui Monti Lattari
Uno dei bidoni trovati sui Monti Lattari

Dopo aver scavato nel terreno, i militari hanno trovato armi in abbondanza. Un arsenale rifornito e attrezzato per uccidere. Sequestrati un mitragliatore con silenziatore, tre pistole calibro 9 – una con matricola punzonata e una risultata provento di un furto in un comando di polizia municipale in provincia di Torino, commesso nel 2017 – e 65 proiettili dello stesso calibro. Le armi, che erano confezionate in modo da resistere all'umidità e al tempo, saranno sottoposte ad accertamenti balistici e dattiloscopici affinché possano essere abbinate a eventuali fatti di sangue.

Approfondisci:

Droga in carcere, hashish nascosto nella divisa di un poliziotto: arrestato dai colleghi

La droga, che verrà distrutta, era imballata in atmosfera protetta per mantenere inalterata l'essenza della cannabis. Ogni busta era sigillata e conteneva un chilo di infiorescenze, 18 in totale. Nel bidone c’erano anche bilancini di precisione e materiale vario per la preparazione delle dosi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?