Lunedì 22 Luglio 2024

Omicidio a Fuorigrotta, anziano accoltellato a morte in casa: ha aperto la porta al suo assassino

La vittima di 81 anni, Mario Palma, è descritta come una persona a modo e probabilmente conosceva chi l’ha ucciso: sentiti dai carabinieri familiari e conoscenti

Indagini dei carabinieri sull'omicidio (foto d'archivio)

Indagini dei carabinieri sull'omicidio (foto d'archivio)

Napoli, 20 novembre 2023 – Conosceva il suo assassino: è l’ipotesi più accreditata nell’indagine sull’uccisione di Mario Palma, l’anziano di 81 anni trovato ieri sera morto nella sua casa nel quartiere Fuorigrotta a Napoli colpito da numerose coltellate. Infatti la porta d'ingresso all'abitazione dell’81enne non è stata forzata e in casa non manca nulla. Ma nonostante questi indizi sulla presunta conoscenza tra l’assassino e la vittima, le indagini dei carabinieri, coordinate dalla Procura, procedono a 360 gradi, senza escludere alcuna pista, tra cui quella di una rapina finita male in cui l’anziano avrebbe aperto la porta e poi sarebbe stato aggredito.

Cosa è accaduto

L'anziano è stato trovato in un lago di sangue dal fratello, avvertito da una vicina di casa che ha notato un rivolo di liquido ematico uscire dalla porta d'ingresso. I militari, coordinati dal sostituto procuratore Antonella Lauri e dal procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli, da ieri stanno indagando per fare luce sull'accaduto: sono stati ascoltati familiari e i conoscenti della vittima mentre è ancora in corso l'analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona.

L’omicidio

Mario Palma viene descritto come una persona a modo e - almeno per ora - non è emerso alcun elemento nel suo passato collegabile all'assassinio, compiuto in maniera così efferata. La salma è stata trovata a faccia in giù, riversa nel sangue, vicino alla porta d’ingresso. Tra le ipotesi considerate, c’è quella di una rapina finita male: l’anziano potrebbe aver aperto la porta, a quel punto è stato aggredito e, opponendo resistenza, è stato accoltellato. Maggiori informazioni per chiarire l’accaduto sono attese dall'esame autoptico disposto sul corpo dell’81enne che rivelerà con precisione quanti sono state le coltellate inferte al viso, al collo e all'addome. Inoltre il fascicolo è in procinto di passare ai magistrati della sezione Sicurezza Urbana, coordinata dal procuratore aggiunto Sergio Amato.

Per iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui