Fernando Alonso accanto alla Toyota
Fernando Alonso accanto alla Toyota

Bologna, 4 gennaio 2020 - Mancano pochissime ore prima dell'avvio della nuova Dakar: la gara targata 2020 comincerà domani, domenica 5 gennaio e durerà fino a venerdì 17. Dodici tappe ci terranno compagna per la 42esima edizione della corsa che conterà un totale di 7.856 chilometri da percorrere con auto, quad, moto, camion e Ssv, metà dei quali saranno dedicati alle prove speciali.

Da quest'anno sarà introdotta una speciale novità: per la prima volta nella sua storia infatti, la Dakar sbarca in Arabia Saudita, un palcoscenico del tutto nuovo che mai prima d'ora aveva ospitato questa corsa. Si comincerà dunque domani, con il punto di partenza fissato a Jeddah, per poi terminare la prossima settimana a Qiddiya. Il protagonista più atteso di questa edizione è senza dubbio l'ex pilota di Formula 1 Fernando Alonso che a bordo della sua Toyota Hilux sfiderà assieme agli altri 556 partecipanti il clima desertico e i terreni impervi che caratterizzano le 12 tappe della gara più rischiosa del pianeta, che questa volta prevederà anche l'attraversamento del deserto di Rub’ al-Khali.

Dove vederla in tv

La Dakar 2020 sarà visibile in chiaro su Canale 20 attraverso una striscia quotidiana in programma dalle 18:00 alle 18:30. Sarà inoltre possibile seguirla con le stesse modalità attraverso il sito di Sportmediaset. Inoltre, gli highlights saranno trasmessi anche da Eurosport 1 dalle ore 23:00 alle 23:30.

Il percorso

Il calendario completo

5 gennaio: Jeddah – Al Wajh 752 km (319 di speciale);

6 gennaio: Al Wajh – Neom 401 km (367 di speciale);

7 gennaio: Neom – Neom 489 km (404 di speciale);

8 gennaio: Neom – Al Ula 676 km (453 di speciale);

9 gennaio: Al Ula – Ha’il 563 km (353 di speciale);

10 gennaio: Ha’il – Riyadh 830 km (478 km di speciale);

11 gennaio: RIPOSO;

12 gennaio: Riyadh – Wadi Al-Dawasir 741 km (546 di speciale);

13 gennaio: Wadi Al-Dawasir – Wadi Al-Dawasir 713 km (474 di speciale);

14 gennaio: Wadi Al-Dawasir – Haradh 891 km (415 di speciale);

15 gennaio: Haradh-Shubaytah 608 km (534 di speciale);

16 gennaio: Shubaytah – Haradh 744 km (379 di speciale);

17 gennaio: Haradh – Qiddiyah 447 km (374 di speciale).