di Eva Desiderio W.P. Lavori in Corso è l’azienda fondata nel 1982 da Cristina Calori a Bologna ed è un gruppo internazionale di brand storici e autentici. La sua mission da sempre è la ricerca di una moda che affonda le radici nella tradizione ma si proietta, aggiornandosi, all’oggi e al futuro. Per questo i suoi prodotti piacciono molto ai giovani ma anche a chi conserva cuore e mente giovani. Presente a Pitti Uomo numero 100, come sempre in tanti anni, il gruppo di Cristina Calori porta in Fortezza...

di Eva Desiderio

W.P. Lavori in Corso è l’azienda fondata nel 1982 da Cristina Calori a Bologna ed è un gruppo internazionale di brand storici e autentici. La sua mission da sempre è la ricerca di una moda che affonda le radici nella tradizione ma si proietta, aggiornandosi, all’oggi e al futuro. Per questo i suoi prodotti piacciono molto ai giovani ma anche a chi conserva cuore e mente giovani. Presente a Pitti Uomo numero 100, come sempre in tanti anni, il gruppo di Cristina Calori porta in Fortezza due marchi prestigiosi come Barbour (che distribuisce in esclusiva) e Baracuta. Fanno parte dell’azienda anche B.D.Baggies, Blundstone e Avon Celli, marchio di maglieria di lusso e di prestigio al gran rilancio.

Per Barbour, il marchio storico, nato nel lontano 1894 per proteggere i marinai dalle peggiori condizioni climatiche del mare del Nord, W.P. continua la ricerca nell’innovazione del capospalla offrendo il massimo in termini di qualità e prestazioni tecniche. Tante le novità e le sorprese per l’estate 2022, con nuove collezioni. Tra le anticipazioni, la collezione Re-Engineered for Today reinterpreta i grandi classici impermeabili ispirati ai design dell’archivio Barbour e alcuni modelli storici trapuntati. Tra le “nuove icone” leggere e impermeabili il modello Archive Evolved nasce dalla fusione tra il Beadnell ed il Liddesdale.

Il capo rimane fedele al patrimonio Barbour viene proposto in palette oliva, blu, nero e pietra scura. Il trapuntato Barbour Modern Future Edit, sperimenta la cucitura artigianale in maxi-formato per tornare alle origini della tradizione del Quilting, l’hobby della trapuntatura tradizionale inglese fatta a mano. In Fortezza anche la collezione di abbigliamento femminile Barbour House of Hackney, una novità assoluta. Tra le stampe nasce Flora Fantasia, un motivo floreale immaginario basato su una rivisitazione moderna di una stampa trovata in Fleurs de Fantaisie di J E Buchert, un libro raro di stampe ad acquerello con dettagli di fiori immaginari del 1880. Tra i capi realizzati in Flora Fantasia, spicca una camicetta con colletto a volant e un abito medio con collo a cravatta.

Con Baracuta ancora un affondo nell’eleganza del tempo libero all’inglese con la mitica G9 Hurrington Jacket che rispolvera il primo modello del 1937: ora viene declinata in colorazioni che ricordano alcune città del mondo come Londra, Parigi, New York, Milano, Los Angeles, Berlino e Tokyo. In tendenza la maglieria di cotone per la linea Baracuta Ivy League, novità anche nel capospalla con Linen G9 e G4 in tonalità pastello.