Donatella Versace (Ansa)
Donatella Versace (Ansa)

Milano, 17 settembre 2020 - Anche la maison Versace decide di sfilare a porte chiuse, durante la 'Milano Fashion Week' che comincia martedì 22 settembre per terminare il 28, promossa come sempre dalla Camera Nazionale della Moda Italiana presieduta da Carlo Capasa.

La decisione da parte della direttrice creativa Donatella Versace che ha scelto anche lei, come molti altri colleghi, la formula della sfilata a porte chiuse, diffusa sui canali digital ufficiali come versace.com. La sfilata dal vivo si doveva tenere alle ore 18 del 25 settembre: alla stessa ora sarà possibile per tutti vederla in steaming, con in passerella la collezione primavera-estate 2021.

La stessa Donatella Versace ha scritto una lettera di pugno dove racconta: “Ciao! Dal momento che le regole di ieri non valgono più nel mondo di oggi e dobbiamo rispettare la distanza sociale, vorrei che restassimo connessi e che ci sentissimo fisicamente più vicini! Seguitemi alla scoperta della città perduta di Versacepolis. Immergetevi con me negli abissi dove si trovano gli antichi pilastri sui quali Versace è stata costruita. Scoprite la nuova collezione nella cornice che ne è stata l’ispirazione: un mondo misterioso e utopico governato da Medusa e ispirato dalla nostra stampa Trésor de la Mer. Dai, tuffiamoci! Donatella x”.

Il cartoncino che annuncia il defilé e il tema mitologico e marino è nero tempestato di stelle marine azzurre e luccicanti. Quello che preme soprattutto alla maison è la tutela della salute di tutti, dipendenti ed ospiti del defilè.