Pierpaolo Piccioli, direttore Creativo di Valentino
Pierpaolo Piccioli, direttore Creativo di Valentino

Roma, 1 settembre 2020 - E' una decisione importante quella dalla maison Valentino, ufficializzata oggi, di far sfilare la prossima collezione primavera estate 2021 in modalità co-ed uomo e donna e poi non più a Parigi ma a Milano. La casa di moda da moltissimi anni già col suo fondatore aveva sempre scelto il palcoscenico parigino ma ora i tempi e l'incalzare della pandemia hanno portato a questa svolta. La decisione è stata presa convintamente e in modo molto realistico dal direttore creativo Pierpaolo Piccioli, che già a metà luglio ha presentato l'evento per l'haute couture con una installazione-video a Roma, allo Studio 10 di Cinecittà. Insomma, nei calendari delle fashion week internazionali si aprono nuovi fronti e nuovi scenari di presentazione. E con questo ingresso prestigioso di rafforza enormemente la piazza fashion di Milano.

Ora Valentino presenterà eccezionalmente il prossimo 27 settembre 2020, in occasione della Milano Fashion Week. Questo momento senza precedenti, dovuto alla pandemia Covid-19, ha portato l’azienda a riconsiderare dove presentare la nuova collezione Valentino, scegliendo così di sfilare per questa stagione a Milano anziché Parigi. “Parigi è la città che da sempre ha ospitato i nostri show - spiega il direttore creativo Pierpaolo Piccioli - e che rappresenta il Dna Valentino. La situazione attuale che stiamo vivendo ci ha forzato a prendere una decisione inusuale. Credo che, in questo periodo storico, sia di fondamentale importanza rimanere concentrati sul lavoro da compiere. È stimolante poter pensare a nuove idee, e questo è il tempo, in cui le idee possono crescere e diffondersi. Milano è una nuova opportunità, un grande progetto che sto sviluppando con i miei team, sul concetto di identity”.

La decisione di sfilare a Milano è codivisa anche da Jacopo Venturini, Chief Executive Officer di Valentino.  “Nello scenario attuale ci troviamo costretti ad anticipare decisioni - dice Venturini - che tutelino le nostre risorse più importanti, le persone, e che esplorando opportunità alternative, mantengano il nostro brand rilevante. Sentiamo quindi sia più etico realizzare il nuovo show in Italia, a Milano. Crediamo fortemente che questo progetto contribuirà a sottolineare l’importanza di essere parte di un sistema moda rappresentato sia dalla Camera Nazionale della Moda Italiana che dalla Fédération de la Haute Couture et de la Mode”.