La sflata-evento di Rocco Barocco al Teatro San Carlo di Napoli
La sflata-evento di Rocco Barocco al Teatro San Carlo di Napoli

Napoli, 30 ottobre 2019 - "Faccio una sfilata d'alta moda una volta l'anno, alla grande, perchè non credo più ai riti delle stagioni - racconta Rocco Barocco dopo la grande emozione del defilè di ieri sera al Teatro San Carlo di Napoli, abbracciato a una sempre spendida e simpaticissima Sandra Milo, amica di tutta la vita, in tailleur pantaloni couture color oro antico con fiori dipinti a mano sulla giacca - e stasera mi sono davvero molto emozionato anche perché qui al Teatro San Carlo sono passate tante grandi personalità della musica classica! Dopo il defilè al Museo Archeologico di un anno fa ecco questa nuova collezione molto ispirata alle occasioni della festa e all'alta moda che produco tutta in Italia con laboratori specializzati tra Milano, Reggio Emilia e Modena".

"Grazie alle licenze degli accessori e dei profumi, che vanno benissimo - continua Barocco - mi posso permettere il lusso di fare quello che più mi piace, anche perché gli esami di stilista di li superati da un pezzo", scherza lo stilista che ha festeggiato 50 anni di moda e che ricorda con una punta di nostalgia gli anni belli della sua dolce vita romana e le tante sfilate con le modelle più belle del mondo, da Naomi Campbell a Claudia Schiffer. "Oggi la moda la fanno le multinazionali del lusso, io invece voglio tornare a essere un artigiano della couture, mi voglio divertire con mio vizio capitale preferito, quello per la moda".

Tanti applausi e tanto cuore dai più di mille invitati, tutta la Napoli più bella e viva che si è stretta con ammirazione attorno al grande stilista in formissima sull'immenso palcoscenico in mezzo alle modelle e ai modelli. Perchè oltre all'alta moda donna Rocco Barocco ha disegnato anche completi a tutto colore e smoking con lettering che occhieggiano alla Pop Art anche da uomo, quasi dei cavalieri per le sua principesse in pizzi e volant.

Seducentissima la donna Barocco, come sempre, in abiti da sera e da ballo di grande raffinatezza per il gioco degli intarsi di pizzo e per gli effetti modernamente nude-look. Magnifica sorpresa la sua damina contemporanea in fuseau di pizzo d'oro su corsetto settecentesco di broccato e merletti. Tanto oro anche a dipingere il byker di pelle nera, tanto tulle per un vortice di romanticismo, smoking da fashion victim con ampie maniche a prosciutto di raso o verde o melograno, grandi rose di cristalli per l'abito finale, a tutto glam.