Pitti Uomo 100 logo
Pitti Uomo 100 logo

Anche i simboli hanno il loro valore.

Soprattutto quando si tratta di identificare una ricorrenza. Il numero iconico 100 – espresso in cento modi diversi – sarà il tema dei saloni estivi di Pitti Immagine.
Il «100» sarà  il tema conduttore non solo di Pitti Uomo, ma anche di tutte le edizioni estive dei saloni di Pitti Immagine, con un logo e una grafica speciali curati dal graphic designer Francesco Dondina. La «I» finale di Pitti diventa il numero 1, mentre i due zeri si toccano, simbolo di un mondo di contaminazioni, di contatti e anche della manifestazione fisica e di quella digitale, fortemente connesse.

Più che un logo, un kit per creare, a proprio piacimento, un marchio con 100 zeri diversi. A Pitti Filati il 100 è declinato, invece,  nella formula 100% filati, che caratterizza la campagna adv e colora l’allestimento alla Stazione Leopolda - con l’art direction di Angelo Figus e il set design di Alessandro Moradei - coinvolgendo la fashion community in un esercizio di creatività.

Il periodo che viviamo continua a essere caratterizzato da incertezza, adattamento e capacità di cambiamento. La moda in generale è lo specchio di questa situazione, in bilico tra presente e futuro, tra status quo e ignoto, tra classico e avanguardia. Transformer è il tema e il titolo delle prossime tendenze per l’autunno-inverno 2022-2023, raccontate all’interno dello spazio Ricerca come ogni edizione da Angelo Figus e Nicola Miller. La trasformazione è un qualcosa di fortemente energetico ed è un concetto insito nella vita, nella natura, nella biologia, nella matematica e nello sport.