Stavolta niente sfilate a Pitti Bimbo, edizione numero 93 che si tiene in contemporanea alla Fortezza nei giorni di Pitti Uomo. La situazione legata all’emergenza della pandemia e i protocolli di sicurezza anti-contagio ancora non lo permettono, ma va in scena lo stesso un binomio importante per un salone che ha fatto la storia delle fiere fiorentine della moda. Così anche questa edizione in forma fisica, da oggi al 2 luglio, sarà piena di energia e ricca di sorprese. Per Pitti Bimbo il 100 sarà “100% BAMBINO”, ovvero riportare centralità sugli under 12, sui loro bisogni, sulla loro creatività e sulla loro identità. Ci saranno nuove location in Fortezza: i Quartieri Monumentali e il Padiglione delle Ghiaie organizzati come un concept store, spazio funzionale, di facile consultazione, in cui convivono mondi diversi connessi da un filo rosso di stile. E poi alcune collezioni bambino esposte insieme a quelle dell’adulto, per la prima vota riunite in ‘famiglie’, come Herno al Teatrino Lorenese o Invicta al Padiglione Caviglia. Sono 108 i brand totali, di questi 65 provengono dall’estero e 38 i brand che partecipano al salone solo su Pitti Connect.

E.D.